Post Nucleare
L’energia del sole sulla palestra della Scuola d’Arti e Mestieri: un progetto firmato da AET e DFE
L’energia prodotta dall’impianto sarà prevalentemente consumata in loco, mentre quella in esubero verrà immessa in rete e valorizzata da AET
BELLINZONA -  È stato inaugurato questa mattina, alla presenza del Direttore del Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE), Christian Vitta, il nuovo impianto fotovoltaico realizzato dall’Azienda Elettrica Ticinese sul tetto della palestra della Scuola d’Arti e Mestieri a Bellinzona.
 

L’impianto occupa una superficie di 1'350 m2 ed è composto da 291 pannelli monocristallini da 270 Wp, per una potenza complessiva di 78.57 kWp. La produzione annua prevista è di 85 MWh, sufficienti a soddisfare il fabbisogno di 21 economie domestiche. I moduli utilizzati sono laminati e non presentano cornici: una soluzione tecnica che favorisce l’autopulitura nelle giornate di pioggia.
 

L’impianto nasce dalla collaborazione tra AET e la Sezione della Logistica del Dipartimento delle finanze e dell’economia, fra le quali è in vigore sin dalla primavera 2015 un “contratto quadro” che
 regola le condizioni di realizzazione ed esercizio di impianti fotovoltaici su edifici di proprietà dello Stato.
 

AET ha curato la progettazione e la fase di realizzazione, mentre la Sezione della Logistica del DFE ha messo a disposizione la superficie per un periodo di 30 anni.


Grazie alla collaborazione fra AET e il DFE sarà possibile aumentare la quota di energia rinnovabile prodotta nel nostro Cantone, conformemente a quanto previsto dal Piano energetico cantonale (PEC).
 

All’inaugurazione erano presenti il Direttore del DFE, Christian Vitta, e quello di AET, Roberto Pronini, che hanno evidenziato l’ottimo esempio di collaborazione e ricerca di sinergie all’interno del settore pubblico.

 
L’energia prodotta dall’impianto sarà prevalentemente consumata in loco, mentre quella in esubero verrà immessa in rete e valorizzata da AET.


Pubblicato il 30.11.2016 16:13

Guarda anche
Post Nucleare
Le AIL SA assicureranno in questo modo la distribuzione di circa 15'650'000 kWh totali agli alberghi, ai quali verrà garantito un plusvalore ecologico del 100% proveniente da impianti idroelettrici. Gli hotel associati a Hotelleriesuisse contribuiranno ad aumentare la produzione energetica da fonti rinnovabili.
Post Nucleare
L’opera è stata completata grazie alle sinergie attivate tra le due aziende e i comuni della valle, i quali vedranno risolversi definitivamente i problemi di continuità dell’approvvigionamento sul loro territorio
Post Nucleare
Con quasi 300 milioni di franchi di cifra d’affari, 361 dipendenti e oltre 112'000 clienti serviti, la società si è confermata un attore di primaria importanza nel panorama aziendale ticinese
Post Nucleare
Obiettivo di questa campagna era da una parte la promozione del portale online “MyAIL”, il comodo servizio gratuito per rimanere sempre in contatto con le AIL, e dall’altra quello di conoscere ancora meglio i clienti, così da poter esser loro più vicini e garantire una qualità dei servizi all’altezza delle aspettative