Cronaca
Strage di Berlino, il camion era di un'impresa di trasporti polacca. Uno degli attentatori era cugino del titolare. Gli aveva chiesto un Tir perché voleva trascorrere il Natale in Germania. Angela Merkel: "Il Paese è in lutto". I media internazionali parlano di una rivendicazione da parte dell'ISIS. Le foto e i video amatoriali dell'attentato Video
Il camion è arrivato a folle velocità e ha percorso almeno 80 metri travolgendo tutto quello che si è trovato davanti, persone, bancarelle, alberi di Natale
BERLINO - Il camion che questa sera verso le 20 si è lancato a tutta velocità sulla folla provocando una strage al mercatino natalizio nel quartiere di Charlotteburg, provocando 9 morti e almeno 50 feriti, appartiene a un'impresa di trasporti polacca. Il titolare avrebbe dichiarato ai media tedeschi di aver affidato il Tir a suo cugino che voleva trascorrere il Natale in Germania. Ma un'altra versione sostiene che il Tir sarebbe stato rubato, oggi attorno alle 16. Il camion è arrivato a folle velocità e ha percorso almeno 80 metri travolgendo tutto quello che si è trovato davanti, persone, bancarelle, alberi di Natale.



La cancelliera Angela Merkel ha dichiarato: "Sono sgomenta. La Germania è in lutto".

La polizia ha ucciso uno degli attentatori e ha arrestato il secondo. I media internazionali parlano di una rivendicazione da parte dell'ISIS.

Pubblicato il 19.12.2016 22:22

Guarda anche
Cronaca
L'ipotesi di reato nei confronti del 45enne è di infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore generale John Noseda
Cronaca
Nato a Mendrisio nel 1955, venne nominato nel 1997 direttore del Vocabolario dei dialetti della Svizzera italiana. L'anno successivo divenne direttore del nuovo Centro di dialettologia
Cronaca
L'ANALISI - Il lupo M75 (che sta per ‘maschio 75’) è problematico di natura o lo è diventato invece perché nella sua esperienza di vita non ha trovato di fronte a sé quelle barriere (cancelli, protezioni, cani da guardia, recinzioni correttamente elettrificate) che lo avrebbero indotto a una maggiore prudenza nel predare ovili e stalle?
Cronaca
I due arrestati hanno aggredito un 26enne cittadino svizzero (ferite di una certa entità) e un 29enne cittadino eritreo entrambi residenti nel Mendrisiotto