Cronaca
Dai colloqui sul futuro di Cipro alla visita del presidente cinese Xi Jinping. E poi il forum di Davos. Quanti impegni internazionali per la polizia cantonale
Si preannunciano due settimane di intensa attività per la Polizia Cantonale che collaborerà per garantire la sicurezza di importanti eventi di respiro internazionale
BELLINZONA - Si preannunciano due settimane di intensa attività per la Polizia Cantonale che collaborerà per garantire la sicurezza di importanti eventi di respiro internazionale.

A cominciare dai colloqui sul futuro di Cipro e altri eventi previsti in questi giorni a Ginevra. In quest'ambito la Polizia cantonale fornirà una quarantina di agenti, su richiesta delle autorità cantonali ginevrine, per garantirne la sicurezza.

Si passerà poi, sempre con una quarantina di agenti, ad appoggiare il dispositivo di sicurezza previsto nell'ambito della visita di Stato in Svizzera del presidente cinese Xi Jinping. Presidente che sarà accolto nel nostro paese il 15 gennaio quando si terranno i discorsi ufficiali e una cena di gala, mentre il giorno successivo sono in programma diversi colloqui. Al centro delle discussioni vi saranno commercio e finanza globale, protezione del clima e situazione in Medio Oriente.

Oltre a questi due impieghi, i l tradizionale appuntamento con il World Economic Forum (WEF) di Davos che, dal 17 al 20 gennaio, vedrà una sessantina di agenti del Corpo e un agente della Polizia comunale Ceresio Nord impiegati per la sicurezza dell'importante avvenimento mondiale. Nei prossimi giorni, gli agenti ticinesi saranno infatti stazionati nella cittadina grigionese garantendo attività di protezione a persone e strutture in collaborazione con le locali forze di sicurezza. Fra le varie missioni, i nostri agenti saranno in particolare chiamati a garantire la protezione dell'eliporto di Davos, la protezione di edifici sensibili e la scorta ravvicinata delle numerose personalità presenti.

Pubblicato il 11.01.2017 10:39

Guarda anche
Cronaca
L'uomo è presunto autore di usura per mestiere subordinatamente usura, appropriazione indebita, falsità in documenti e coazione nei confronti di alcuni dipendenti
Cronaca
L'attrice italiana al quotidiano La Stampa: "La cosa più sconvolgente sono le accuse delle donne italiane, la criminalizzazione delle vittime delle violenze. Ma ora questi uomini, questi mostri, dovranno avere paura così come noi, ogni volta che li abbiamo incontrati, che siamo rimaste da sole con loro, ne abbiamo avuta"
Cronaca
E adesso non c’è più nemmeno lui… Ilario Fidanza si è spento oggi sul mezzogiorno alla Clinica Hildebrand di Brissago, dov’era ricoverato da alcuni giorni al termine di una malattia che l’ha colpito qualche mese fa e, settimana dopo settimana, se l’è portato via, nonostante ripetuti segnali di ripresa. Aveva 74 anni
Cronaca
Il caso è quello che abbiamo sollevato ieri: il Comando aveva chiesto di installare una tettoia sopra una delle entrate dell’edificio che, essendo a tetto piatto, quando piove causa disagi per chi entra e chi esce