Cronaca
Mendrisio, spacciavano eroina e cocaina: in manette un albanese di 19 anni e uno svizzero di 35
Blitz della polizia ieri in un appartamento del Magnifico Borgo. Durante la perquisizione sono stati sequestrati oltre 100 grammi di cocaina ed eroina. Nell'appartamento è stato trovato materiale e apparecchiature per miscelare, dosare e confezionare lo stupefacente.
MENDRISIO - Il Ministero pubblico, la Polizia cantonale e le polizie comunali di Lugano, Chiasso e Mendrisio comunicano che ieri a Mendrisio, in un appartamento, sono stati arrestati un 19enne cittadino albanese, senza statuto in Svizzera, residente all'estero e un 35enne cittadino svizzero domiciliato nel Mendrisiotto.

Dalle prime risultanze emerge come i due hanno trafficato negli scorsi mesi un ingente quantitativo di cocaina ed eroina a consumatori locali. Durante la perquisizione sono stati sequestrati oltre 100 grammi di cocaina ed eroina. Nell'appartamento è stato trovato materiale e apparecchiature per miscelare, dosare e confezionare lo stupefacente.

Dopo l'interrogatorio i due sono stati arrestati. Le ipotesi di reato nei loro confronti sono di infrazione aggravata e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti nonché di infrazione alla Legge federale sugli stranieri. L'indagine è coordinata dal Procuratore pubblico Arturo Garzoni.

Pubblicato il 11.01.2017 12:05

Guarda anche
Cronaca
Va ricordato che l’estate scorsa il procuratore generale, John Noseda, aveva segnalato sia Corti che Arnold al Consiglio della magistratura per ritardi nella trattazione delle inchieste
Cronaca
Considerate le difficoltà finanziarie dell’OSI causate dal mancato rinnovo dell’attuale convenzione di collaborazione tra la Fondazione dell’OSI e la Società svizzera di radiotelevisione (SSR) che rischiano di pregiudicarne l’esistenza, BancaStato ha deciso d’intervenire siglando un accordo di sponsorizzazione
Cronaca
La formaldeide ha un odore molto forte e provoca irritazione passeggera a occhi e vie respiratorie, per questi motivi è stato richiesto l'intervento dei Pompieri di Bellinzona (con 10 uomini e 3 veicoli), con l'equipaggiamento specifico di protezione, per il recupero della sostanza. Un'infermiera ha riportato una lieve irritazione agli occhi