Cronaca
Mendrisio, spacciavano eroina e cocaina: in manette un albanese di 19 anni e uno svizzero di 35
Blitz della polizia ieri in un appartamento del Magnifico Borgo. Durante la perquisizione sono stati sequestrati oltre 100 grammi di cocaina ed eroina. Nell'appartamento è stato trovato materiale e apparecchiature per miscelare, dosare e confezionare lo stupefacente.
MENDRISIO - Il Ministero pubblico, la Polizia cantonale e le polizie comunali di Lugano, Chiasso e Mendrisio comunicano che ieri a Mendrisio, in un appartamento, sono stati arrestati un 19enne cittadino albanese, senza statuto in Svizzera, residente all'estero e un 35enne cittadino svizzero domiciliato nel Mendrisiotto.

Dalle prime risultanze emerge come i due hanno trafficato negli scorsi mesi un ingente quantitativo di cocaina ed eroina a consumatori locali. Durante la perquisizione sono stati sequestrati oltre 100 grammi di cocaina ed eroina. Nell'appartamento è stato trovato materiale e apparecchiature per miscelare, dosare e confezionare lo stupefacente.

Dopo l'interrogatorio i due sono stati arrestati. Le ipotesi di reato nei loro confronti sono di infrazione aggravata e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti nonché di infrazione alla Legge federale sugli stranieri. L'indagine è coordinata dal Procuratore pubblico Arturo Garzoni.

Pubblicato il 11.01.2017 12:05

Guarda anche
Cronaca
La gara di solidarietà alla quale partecipano diverse aziende, è in pieno svolgimento. La spedizione ticinese (VIDEO) sta portando in Abruzzo tre potentissime frese in grado di sgomberare enormi quantità di neve. E domenica 5 febbraio grande evento di beneficenza al Beach di Ascona
Cronaca
Tra i pesci vittima di questo grave episodio di inquinamento, che ha compromesso la vita di un lungo tratto del fiume, c'è invece una sola trota lacustre, che misura 47 centimetri
Cronaca
Dall'Italia una straordinaria testimonianza rilancia il tema dell'eutanasia. La storia di Fabiano Antoniani, 39 anni, diventato cieco e tetraplegico a causa di un incidente in macchina: "Non ho perso subito la speranza. In questi anni ho provato a curarmi, anche sperimentando nuove terapie. Purtroppo senza risultati. Da allora, mi sento in gabbia. Non sono depresso. Ma non vedo più, e non mi muovo più". GUARDA IL VIDEO