Politica e Potere
"Domani in Gran Consiglio ci vado così". Paolo Pamini anticipa il suo look e provoca il PLR: "Per non sbagliare boccerò il Preventivo vestito bene"
Il deputato di Arealiberale domani sfoggerà il tight per il dibattito bis sul preventivo: "Ma lo farò indossando una cravatta rossa, per mostrare la mia vicinanza e sostegno alle compagne e ai compagni di sinistra, che tradizionalmente si vestono male (va detto che anche a qualche leghista e pipidino piacciono polo e pullovers in aula)..."
di Paolo Pamini*

 

Il "morning dress" (che siamo soliti chiamare "tight") è l'abito cerimoniale diurno più elegante che conosciamo nella tradizione occidentale. Domani pertanto farò uno sciopero dello zelo dando seguito alle richieste di maggior rispetto verso le istituzioni.

 

Ma lo farò indossando una cravatta rossa, per mostrare la mia vicinanza e sostegno alle compagne e ai compagni di sinistra, che tradizionalmente si vestono male (va detto che anche a qualche leghista e pipidino piacciono polo e pullovers in aula). Compagne e compagni la cui campagna comunicativa delle mutande (pulite) al vento sembra peraltro scandalizzare alcuni.

 

Quindi dico: Je suis un gauchard bien habillé.

 

Sia ben chiaro: naturalmente siamo su posizioni politiche radicalmente diverse e ritengo che il loro statalismo sia uno dei maggiori problemi di questo Cantone, ma la libertà di comunicazione è irrinunciabile nel nostro sano confronto democratico.

 

E mi chiedo: la decisione di continuare a strizzare i contribuenti ticinesi e far aumentare la spesa pubblica è forse migliore se presa in giacca e cravatta anziché in pullover? Per non sbagliare, io domani boccerò il Preventivo 2017 vestito bene.

 

*deputato Arealiberale



Pubblicato il 22.01.2017 17:07

Guarda anche
Politica e Potere
L'avvocato di Mendrisio: "La visita alla pista addobbata è un pretesto per uscire di casa, per “socializzare”, come si dice oggi, in una piazza che finalmente vive. Sono anni che vanamente chiedo ai politici di estendere il periodo in cui questa pista allieta l’inverno. Le mie richieste sono sempre cadute nel vuoto vuoi invocando il riscaldamento globale terrestre, oppure sommerse dal nuovo mantra del “ghé pü da danee”
Politica e Potere
Sia il capogruppo Daniele Caverzasio che la stessa Minoretti, motivano la scelta di lasciare il Parlamento con l’impossibilità per l’ormai ex Gran Consigliera di conciliare l’attività professionale con quella parlamentare. Ma in realtà la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata un'altra....
Politica e Potere
Il Consigliere agli Stati sul collega vallesano finito sotto i riflettori dello scandalo: "È irritante l'immagine di un Parlamento infarcito di uomini incapaci a controllarsi dinnanzi alle colleghe, degni successori del Cavaliere nella sua villa di Arcore, oppure di Strauss-Kahn in qualche camera d’albergo. Non è così. A Palazzo federale non si entra in un ascensore solamente dopo essere riusciti ad evitare questo o quel collega compagno di viaggio..."
Politica e Potere
Dopo la presa di posizione favorevole alla riforma del Consigliere di Stato e di larga parte del Gruppo in Gran Consiglio, ecco quella contraria della direzione del partito: "Non mi interessano accordi, inciuci di palazzo nei quali tu mi dai questo ed io ti do quell’altro. Sui bisogni della popolazione e del Cantone non si mercanteggia"
  • Le più lette