Cronaca
La risottata di Lugano baciata dal sole: in tantissimi all'appuntamento clou del carnevale della Città. Ecco la gallery con le immagini più belle della festa
Accanto ai tantissimi comuni cittadini, presenti ovviamente molti volti della politica luganese e ticinese. E anche chi non è potuto venire ha voluto mandare un messaggio di auguri. "Io purtroppo vedo la città dal Cardiocentro. Buon risotto a tutti", ha scritto l'ex sindaco Giorgio Giudici sulla bacheca Facebook di Fabio Schnellmann, "motore" del carnevale luganese e della risottata
Ti Press
LUGANO - È l'appuntamento clou del carnevale luganese ma attira moltissima gente anche da fuori città. La risottata in Piazza è infatti una delle tradizioni più belle dell'affollato calendario carnascialesco ticinese. 
 
Una tradizione più viva che mai grazie al lavoro dei volatori (tra i quali Fra Martino Dotta) che, già di prima mattina, hanno acceso i pentoloni mettendosi a cucinare affinché il popolo di Re Sbroja trovasse tutto pronto per mezzogiorno.
 
Quest'anno, complice anche la bellissima giornata, sono stati tantissimi ad affollare la Piazza e a godersi un piatto di risotto e luganiga.  
 
Accanto ai tantissimi comuni cittadini, presenti ovviamente molti volti della politica luganese e ticinese. E anche chi non è potuto venire ha voluto mandare un messaggio. "Auguri Fabio e complimenti . Io purtroppo vedo la città dal Cardiocentro. Buon risotto a tutti", ha scritto l'ex sindaco Giorgio Giudici sulla bacheca di Fabio Schnellmann, "motore" del carnevale luganese e della sua risottata. 
 
E buona guarigione a Re Giorgio.
 


Pubblicato il 27.02.2017 14:48

Guarda anche
Cronaca
L'uomo è presunto autore di usura per mestiere subordinatamente usura, appropriazione indebita, falsità in documenti e coazione nei confronti di alcuni dipendenti
Cronaca
L'attrice italiana al quotidiano La Stampa: "La cosa più sconvolgente sono le accuse delle donne italiane, la criminalizzazione delle vittime delle violenze. Ma ora questi uomini, questi mostri, dovranno avere paura così come noi, ogni volta che li abbiamo incontrati, che siamo rimaste da sole con loro, ne abbiamo avuta"
Cronaca
E adesso non c’è più nemmeno lui… Ilario Fidanza si è spento oggi sul mezzogiorno alla Clinica Hildebrand di Brissago, dov’era ricoverato da alcuni giorni al termine di una malattia che l’ha colpito qualche mese fa e, settimana dopo settimana, se l’è portato via, nonostante ripetuti segnali di ripresa. Aveva 74 anni
Cronaca
Il caso è quello che abbiamo sollevato ieri: il Comando aveva chiesto di installare una tettoia sopra una delle entrate dell’edificio che, essendo a tetto piatto, quando piove causa disagi per chi entra e chi esce