Cronaca
Gobbi vuole che il pirata della strada tedesco condannato a 30 mesi per i 10 sorpassi nel Gottardo con punte di 200 all'ora finisca in carcere: "Ha messo in pericolo la vita di molte persone, perché il tunnel del Gottardo è uno dei tratti più pericolosi d'Europa"
Il ministro ha garantito che si occuperà personalmente del caso, affinché venga spiccato un mandato di arresto non appena la sentenza sarà cresciuta in giudicato. Altro che mostrare con aria di sfida la sua patente dopo la condanna in contumacia alle Criminali di Lugano...
BELLINZONA - "Faremo tutto il possibile affinché il pirata della strada tedesco finisca dietro le sbarre". Lo ha detto al Blick il direttore del Dipartimento istituzioni Norman Gobbi. Il ministro ha garantito che si occuperà personalmente del caso, affinché venga spiccato un mandato di arresto non appena la sentenza di condanna a 30 mesi di carcere, 12 dei quali da scontare, pronunciata in contumacia nelle scorse settimane a Lugano nei confronti del pirata sarà cresciuta in giudicato.

Obiettivo: fare in modo che Christian R., il 42enne che nell’estate del 2014 sorpassò ben 10 volte nel tunnel del Gottardo, raggiungendo punte di 200 all’ora con la sua BMW, sconti la sua pena in Germania o in Svizzera.

"Se il pirata non verrà estradato, dovrà andare in prigione a casa sua - ha aggiunto Gobbi al Blick -. Ha messo in pericolo la vita di molte persone, perché il tunnel del Gottardo è uno dei tratti autostradali più pericolosi d'Europa, perciò bisognerà valutare se sia idoneo alla guida e, se non lo fosse, pensare a un ritiro definitivo della patente".

Patente che quello che abbiamo definito ‘coglione’ (leggi qui) ha mostrato fiero in una foto pubblicata dopo la sentenza dallo stesso Blick, ridendosela della giustizia elvetica. Un affronto a tutti i cittadini svizzeri che invece si vedono revocare la patente anche per bagatelle.




Pubblicato il 28.02.2017 09:12

Guarda anche
Cronaca
Al momento, di sicuro, ci sono 100 persone evacuate da Bondo, mentre gli escursionisti che si trovavano nella capanne sono stati tratti in salvo con l’elicotteri. In Val Bondasca si registrano 12 edifici fortemente danneggiati o distrutti
Cronaca
Secondo la Procura federale il soggetto è passato da una visione moderata a radicale dell'Islam. Soggetto che fa parte della Lega dei musulmani in Ticino (e in base al Registro di commercio dispone di potere di firma all’interno dell’associazione). Ma il presidente non vuole allontanarlo
Cronaca
Gli imputati arrestati in Ticino hanno precedenti per furti commessi con modalità simili anche in Italia e Germania. Dopo aver trascorso un mese in carcerazione preventiva, i quattro imputati sono stati nel frattempo rilasciati. Nei confronti di due di loro è stato emesso un decreto d'accusa. Gli altri due imputati sono invece in attesa di giudizio.
Cronaca
Inoltre, stipulando l’abbonamento annuale tutto incluso (Fitness+Spa+Splash) durante i due giorni di Open Days, riceverete 2 mesi e un massaggio da 25' in omaggio: abbonamento a CHF 1'290.- per 14 mesi (invece di 12 mesi)