Quarto Potere
Tutto vero. Il Corriere del Ticino conferma l'anticipazione di Liberatv: Matteo Pelli sarà il nuovo direttore di Teleticino e manterrà anche la direzione di Radio3i
Il Gruppo che controlla l'emittente di Melide precisa anche il futuro dell'attuale direttrice Prisca Dindo: "Sarà a capo delle Relazioni esterne, incarico che include l'organizzazione di eventi e altre mansioni multimediali. Nelle prossime settimane la ratifica delle nomine da parte del Consiglio d'Amministrazione"
MELIDE - Tutto vero. Il Corriere del Ticino conferma la notizia anticipata stamane da Liberatv circa la prossima nomina di Matteo Pelli alla direzione di Teleticino. 
 
Il Gruppo del CdT, che controlla l'emittente di Melide, precisa anche il futuro dell'attuale direttrice Prisca Dindo, attraverso un comunicato dell'Amministratore delegato Marcello Foa. 
 
"Riguardo alle indiscrezioni circolate in queste ore su cambiamenti ai vertici di TeleTicino - si legge nella nota - il Gruppo del Corriere del Ticino precisa che sono allo studio la promozione di Prisca Dindo alla direzione generale del Gruppo con l'incarico di direttrice delle Relazioni esterne, incarico che include l'organizzazione di eventi  e altre mansioni multimediali, e quella di Matteo Pelli a cui è stata proposta la direzione di TeleTicino, oltre a quella della radio, nell'ambito di un innovativo progetto multimediale".
 
"Tali nomine - termina il comunicato - saranno proposte prossimamente all'approvazione dei CdA del Corriere del Ticino, di TeleTicino e di Radio3i. Nelle prossime settimane seguiranno comunicazioni ufficiali al riguardo. Nel frattempo la presidenza e la direzione del Gruppo esprimono gratitudine per l'eccellente lavoro svolto finora sia da Matteo Pelli sia da Prisca Dindo e apprezzamento per l'entusiasmo con cui entrambi hanno accolto la prospettiva di una nuova sfida professionale".


Pubblicato il 01.03.2017 17:23

Guarda anche
Quarto Potere
Intervista all'avvocato chiassese: "L'errore più grande della RSI rispetto all'elettorato di centrodestra? Senza nascondersi dietro a un dito c’è un fatto incontestabile. Ovvero sia che negli ultimi anni alcuni giornalisti attivi alla RSI, hanno fatto un discorso di sinistra. Ma..."
Quarto Potere
Sta letteralmente spopolando la parodia in cui il comico genovese indossa i panni del giornalista. Una caricatura che fa il verso alle performance televisive del direttore di Libero. Così tra un “a me che ca…me ne frega”, un’invettiva razzista contro i migranti e le anticipazioni dei titoli del giornale, il Feltri versione Crozza buca lo schermo scatenando l’ilarità del pubblico. GUARDA I VIDEO
Quarto Potere
Il nuovo direttore della SSR illustra strategie e obbiettivi. Ecco le sue priorità: continuare ad offrire programmi eccellenti nelle quattro lingue nazionali, garantire l'indipendenza e la professionalità delle redazioni, accelerare ulteriormente la trasformazione digitale in seno alla SSR, restare in contatto con il pubblico giovane e continuare a investire nella cultura
Quarto Potere
Ticinese, single, un paio d’anni dalla pensione, socialista, campa a Zurigo facendo due lavori usuranti (per turni e per sforzo fisico) e ha un passato lontano come impiegato statale. Nel suo racconto un argomento che spesso sfugge ai radar del dibattito. I contrari all'iniziativa se ne occupino per tempo