Politica e Potere
Scritte antileghiste al Mercato coperto di Giubiasco dove oggi è in programma la festa del Movimento: "Stop Lega" e "Gobbi boia". Via Monte Boglia: "Non ci lasciamo intimidire"
Sui muri e sulle ventrate del Mercato, che oggi ospita la festa della Lega a sostegno dei candidati alle elezioni di Bellinzona, Paradiso e Riviera, sono comparse nella notte alcune scritte contro il movimento
Foto: TiPress/Samuel Golay
GIUBIASCO - Sui muri e sulle ventrate del Mercato coperto di Giubiasco, che oggi ospita la festa della Lega a sostegno dei candidati alle elezioni di Bellinzona, Paradiso e Riviera, sono comparse nella notte alcune scritte contro il movimento di via Monte Boglia. Ignoti sprayer hanno lasciato messaggi intimidatori: "Stop Lega" e "Gobbi boia" rivolto al ministro delle istituzioni. La risposta della Lega: "Non ci lasciamo certo intimidire".

Pubblicato il 05.03.2017 12:46

Guarda anche
Politica e Potere
Il patron di Medacta, membro del Comitato che ha promosso l'iniziativa, ci va giù durissimo: "Se Prima i nostri sarà applicato alla lettera molte aziende se ne andranno. Poco importa, tanto non votano UDC” mi è stato detto da un esponente di questo partito. Bello e lungimirante...."
Politica e Potere
Giancarlo Kessler è stato sentito questa mattina in audizione a Roma dal Comitato Schengen: "Se riteniamo che per combattere la criminalità possa essere utile chiudere durante la notte alcuni valichi minori, non credo contravvenga agli accordi"
Politica e Potere
Intervista al promotore del referendum contro la tassa sul sacco, sui cui saremo chiamati a votare il prossimo il prossimo 21 maggio: "Il capo del Dipartimento del Territorio e il direttore del dicastero finanze di Lugano, pensano che solo tartassando i cittadini con le tasse questi possano diventare virtuosi? Noi non lo pensiamo. Devo fare autocritica sulla tassa di collegamento? Direi di sì...."
Politica e Potere
Ieri l'ex vicedindaco ha inviato una lettera al Municipio e al presidente del Consiglio comunale per comunicare che rinuncia definitivamente a una poltrona nel Consiglio direttivo del LAC