Cronaca
Coglione numero 2 alla massima potenza! La polizia grigionese conferma: il 26enne albanese che domenica sera ha provato il frontale stava sorpassando nella galleria di San Fedele. Intanto Maria Ferreira non c'è più
Questo caso ricorda quello del pirata della strada tedesco, che abbiamo appunto definito coglione, che ha effettuato ben 10 sorpassi nella galleria del Gottardo ma continua a sostenere di non aver messo in pericolo la vita di nessuno
ROVEREDO - Ma cosa passa nella testa di uno che si mette a superare in galleria? Che cosa c’è, dentro quella testa? Eppure succede ancora. Poi, a volte accade una tragedia e spesso il coglione se la cava e qualcun altro muore. Questo caso ricorda quello del pirata della strada tedesco, che abbiamo appunto definito coglione, che ha effettuato ben 10 sorpassi nella galleria del Gottardo ma continua a sostenere di non aver messo in pericolo la vita di nessuno (leggi qui).

La polizia grigionese ha confermato che lo scontro frontale avvenuto domenica sera nella galleria di San Fedele è stato provocato da un 26enne albanese, residente in Albania, che ha superato all’interno del tunnel. L’incidente è costato la vita alla 67enne di Giubiasco Maria Ferreira, che viaggiava in direzione di Bellinzona.
Gli inquirenti grigionesi hanno stabilito che il 26enne, rimasto lievemente ferito, ha effettuato il sorpasso nonostante, evidentemente, all'interno di tutte le gallerie stradali vi sia il divieto assoluto di superare.



Pubblicato il 14.03.2017 10:20

Guarda anche
Cronaca
Va ricordato che l’estate scorsa il procuratore generale, John Noseda, aveva segnalato sia Corti che Arnold al Consiglio della magistratura per ritardi nella trattazione delle inchieste
Cronaca
Considerate le difficoltà finanziarie dell’OSI causate dal mancato rinnovo dell’attuale convenzione di collaborazione tra la Fondazione dell’OSI e la Società svizzera di radiotelevisione (SSR) che rischiano di pregiudicarne l’esistenza, BancaStato ha deciso d’intervenire siglando un accordo di sponsorizzazione
Cronaca
La formaldeide ha un odore molto forte e provoca irritazione passeggera a occhi e vie respiratorie, per questi motivi è stato richiesto l'intervento dei Pompieri di Bellinzona (con 10 uomini e 3 veicoli), con l'equipaggiamento specifico di protezione, per il recupero della sostanza. Un'infermiera ha riportato una lieve irritazione agli occhi