Politica e Potere
Quadri difende la politica di Gobbi e replica alla sinistra: "Uhhh, che pagüra! Se i talebani delle frontiere spalancate non ci fossero bisognerebbe inventarli. Ogni volta che prendono posizione, i consensi della Lega aumentano". E attacca i sindacati: "Immigrazione uguale ricchezza, sì... ma per i loro dirigenti che girano in Audi A6”
La prima replica al manifesto ‘anti-Gobbi’ della sinistra ticinese (leggi qui) arriva dal consigliere nazionale Lorenzo Quadrie inizia con la classica esclamazione leghista ‘Uhhh, che pagüüüraaa!”
Foto: TiPress/Pablo Gianinazzi
BELLINZONA – La prima replica al manifesto ‘anti-Gobbi’ della sinistra ticinese (leggi qui) arriva  dal consigliere nazionale Lorenzo Quadrie inizia con la classica esclamazione leghista ‘Uhhh, che pagüüüraaa!”.

“I talebani delle frontiere spalancate, del "devono entrare tutti" e de "gli svizzerotti chiusi e gretti devono mantenere tutti" si mobilitano – martella Quadri sulla sua bacheca Facebook -. Se non ci fossero, bisognerebbe inventarli: in effetti, ogni volta che costoro prendono una posizione pubblica, i consensi della Lega aumentano, oltre ad essere una tangibile dimostrazione che le misure di Gobbi vanno nella direzione giusta. Avanti così! Frontiere il più possibile chiuse - a quando un bel muro "à la Trump"? - e "Prima i nostri"!”

Interessante – conclude il consigliere nazionale – “la presenza tra i firmatari dei sindacati rossi. I quali, evidentemente, dei ticinesi senza lavoro se ne impipano! Infatti anche frontalieri e dimoranti si sindacalizzano e pagano le loro brave quote. Ecco chi contribuisce a creare la "guerra tra poveri" per il proprio tornaconto. "Immigrazione uguale ricchezza" sì... ma per i sindacati ed i loro dirigenti che girano in Audi A6”.



Pubblicato il 20.03.2017 18:00

Guarda anche
Politica e Potere
Sia il capogruppo Daniele Caverzasio che la stessa Minoretti, motivano la scelta di lasciare il Parlamento con l’impossibilità per l’ormai ex Gran Consigliera di conciliare l’attività professionale con quella parlamentare. Ma in realtà la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata un'altra....
Politica e Potere
Il Consigliere agli Stati sul collega vallesano finito sotto i riflettori dello scandalo: "È irritante l'immagine di un Parlamento infarcito di uomini incapaci a controllarsi dinnanzi alle colleghe, degni successori del Cavaliere nella sua villa di Arcore, oppure di Strauss-Kahn in qualche camera d’albergo. Non è così. A Palazzo federale non si entra in un ascensore solamente dopo essere riusciti ad evitare questo o quel collega compagno di viaggio..."
Politica e Potere
Dopo la presa di posizione favorevole alla riforma del Consigliere di Stato e di larga parte del Gruppo in Gran Consiglio, ecco quella contraria della direzione del partito: "Non mi interessano accordi, inciuci di palazzo nei quali tu mi dai questo ed io ti do quell’altro. Sui bisogni della popolazione e del Cantone non si mercanteggia"
Politica e Potere
Bertoli, Kandemir Bordoli, Ghisletta e Garobbio: "La sinistra, che si oppone agli sgravi fiscali, non deve affossare il pacchetto fiscale e sociale e non deve rilanciare la politica scellerata degli sgravi fiscali a senso unico voluti dalla Destra"
  • Le più lette