Cronaca
Attacco a Londra. Ecco il video dell'attentato sul ponte di Westminster. L'automobile che falcia i pedoni e la donna che si butta nel Tamigi per salvarsi Video
Nel frattempo proseguono senza sosta le indagini della polizia. Nella notte 7 persone sono state arrestate durante sei diverse operazioni di polizia avvenute a Londra, a Birmingham e in altre località. Rimane per contro ancora avvolto nel mistero nome e storia dell'attentatore
LONDRA - Sono le prime immagini in "presa diretta" dell'attentato avvenuto ieri pomeriggio a Londra. Immagini riprese da una telecamera di sicurezza e che fanno intuire i momenti di terrore vissuti sul ponte di Westminster, nella prima fase dell'attentato nel cuore della capitale inglese.
 
In particolare la sequenza coglie una delle sfumature più raccontate dai media britannici: quella della donna che per salvarsi dalla follia omicida dell'attentatore si tuffa nel Tamigi (sarà poi tratta in salvo dalla polizia).
 
Nel frattempo proseguono senza sosta le indagini della polizia. Nella notte  7 persone sono state arrestate durante sei diverse operazioni di polizia avvenute a Londra, a Birmingham e in altre località. 
 
Rimane per contro ancora avvolto  nel mistero nome e storia dell'attentatore, che con la sua azione ha causato 3 morti e una ventina di feriti gravi. Il terrorista, ricordiamo, è stato ucciso dalle forze dell'ordine dopo aver accoltellato a morte un agente all'ingresso del Parlamento britannico. 
 


Pubblicato il 23.03.2017 09:55

Guarda anche
Cronaca
Va ricordato che l’estate scorsa il procuratore generale, John Noseda, aveva segnalato sia Corti che Arnold al Consiglio della magistratura per ritardi nella trattazione delle inchieste
Cronaca
Considerate le difficoltà finanziarie dell’OSI causate dal mancato rinnovo dell’attuale convenzione di collaborazione tra la Fondazione dell’OSI e la Società svizzera di radiotelevisione (SSR) che rischiano di pregiudicarne l’esistenza, BancaStato ha deciso d’intervenire siglando un accordo di sponsorizzazione
Cronaca
La formaldeide ha un odore molto forte e provoca irritazione passeggera a occhi e vie respiratorie, per questi motivi è stato richiesto l'intervento dei Pompieri di Bellinzona (con 10 uomini e 3 veicoli), con l'equipaggiamento specifico di protezione, per il recupero della sostanza. Un'infermiera ha riportato una lieve irritazione agli occhi