Cronaca
Imbecillità senza limiti! Un vigile milanese gioca a fare lo zombie nel cimitero di Amatrice, la cittadina devastata dal terremoto. È un soccorritore inviato dal capoluogo lombardo. E il video shock indigna l'Italia Video
Dopo centinaia di messaggi indignati nelle chat dei soccorritori, il caso è stato segnalato al comando della polizia locale milanese
AMATRICE – L’imbecillità non ha limiti. Un video mostra un uomo con la divisa da vigile urbano che gioca a fare lo zombie uscendo da una bara metallica. Potrebbe essere solo uno scherzo di cattivo gusto se il video non fosse stato girato proprio nel cimitero di Amatrice, la cittadina laziale devastata negli ultimi mesi dal terremoto.

Pare che il protagonista della clip sia uno dei soccorritori che il Comune di Milano ha inviato ad Amatrice per curare l'inventario delle bare compromesse dal sisma. Dopo centinaia di messaggi indignati nelle chat dei soccorritori, il caso è stato segnalato al comando della polizia locale milanese.

Pubblicato il 29.03.2017 09:17

Guarda anche
Cronaca
L’ambasciata, fa sapere l’ambasciatore, Hein Walker-Nederkoorn, “nel senso di un gesto umanitario, in collaborazione con la Segreteria di Stato della migrazione, ha deciso di facilitare il viaggio in Svizzera della famiglia”. Arriveranno la moglie, un fratello e le figlie, di 16 e 20 anni
Cronaca
Il presidente di Gastroticino ci scrive: "Questa "terrazza ticinese" era arredata con poster ufficiali di Ticino Turismo e all’interno dello stand campeggiava anche il marchio VITI, con tanto di boccalini rossoblù! Ma al posto del vino ticinese servivano Merlot del veneto......"
Cronaca
Il passaggio di proprietà è stato deciso di comune accordo, in seguito alla volontà reciproca di permettere al Management operativo di raggiungere la quasi totalità delle partecipazioni di EVENTMORE. È inoltre frutto della consapevolezza che le piccole-medie imprese devono costantemente rivedere i processi strategici
Cronaca
La showgirl senza freni sullo scandalo sessuale che ha travolto Hollywood: "Una può sottrarsi tranquillamente alle proposte indecenti. Con me ci provò un regista italiano molto famoso: si presentò con un perizoma rosso....Trovo osceno che tutte le attrici in blocco abbiano denunciato Weinstein. E’ uno schifo, una vergogna…"