Cronaca
Imbecillità senza limiti! Un vigile milanese gioca a fare lo zombie nel cimitero di Amatrice, la cittadina devastata dal terremoto. È un soccorritore inviato dal capoluogo lombardo. E il video shock indigna l'Italia Video
Dopo centinaia di messaggi indignati nelle chat dei soccorritori, il caso è stato segnalato al comando della polizia locale milanese
AMATRICE – L’imbecillità non ha limiti. Un video mostra un uomo con la divisa da vigile urbano che gioca a fare lo zombie uscendo da una bara metallica. Potrebbe essere solo uno scherzo di cattivo gusto se il video non fosse stato girato proprio nel cimitero di Amatrice, la cittadina laziale devastata negliultimi mesi dal terremoto.

Pare che il protagonista della clip sia uno dei soccorritori che il Comune di Milano ha inviato ad Amatrice per curare l'inventario delle bare compromesse dal sisma. Dopo centinaia di messaggi indignati nelle chat dei soccorritori, il caso è stato segnalato al comando della polizia locale milanese.

Pubblicato il 29.03.2017 09:17

Guarda anche
Cronaca
Sono previste precipitazioni intense durante la notte e fino a domattina. La Polizia ha diramato un allarme meteo, raccomandando prudenza. Si temono frane, allagamenti e piene dei corsi d’acqua, in particolare nelle valli
Cronaca
Le zone maggiormente colpite saranno la valle Maggia, la valle Verzasca, la valle Leventina e la valle di Blenio, con una fase più intensa dei temporali tra le 23.00 di questa sera e le 12.00 di domani mattina
Cronaca
Merzari dopo il nostro articolo: "Come associazione Buskers vogliamo assolutamente collaborare con giovani ticinesi. Capisco il discorso di coloro che vi hanno segnalato il caso, e lo posso condividere sul principio. Ma ribadisco: vogliamo dare lavoro ai giovani di Lugano. Credo anch’io molto nei talenti ticinesi…”
Cronaca
Sicuramente ci sarà il solito ‘buon motivo’ a sostegno della scelta di puntare sulla Colla Collective… Come ci furono buoni motivi in occasione delle feste di Natale a Bellinzona, altro caso simile che fece scalpore. Ma, sinceramente, dei soliti buoni motivi non ce ne frega più nulla. Ci limitiamo a riferire la delusione di chi ci scrive. Poi, veda chi deve vedere…