Cronaca
11 settembre: l'FBI rende pubbliche le immagini inedite dell'attacco al Pentagono. Ecco le foto di uno dei capitoli più controversi dell'attacco di Bin Laden agli Stati Uniti
Gli scatti ritraggono il lato ovest dell'edificio, l'incendio scoppiato dopo lo schianto e i rottami dell'aereo. Secondo le stime ufficiali morirò i 64 passeggeri dell'aereo - inclusi i terroristi - e 125 persone presenti all'interno del Pentagono. GUARDA LE FOTO
WASHINGTON - È uno dei capitoli ancora oggi più controversi legati agli attacchi terroristici dell'11 settembre 2011. Quello che più degli altri anima le teorie dei complottisti, nell'ambito dello storica operazione condotta dagli uomini di Osama Bin Laden sul suolo degli Stati Uniti.
 
In queste ore l'FBI  ha diffuso una serie di immagini inedite sullo schianto del Boeing 757 dell'American Airlines sul Pentagono.
 
Gli scatti ritraggono il lato ovest dell'edificio, l'incendio scoppiato dopo lo schianto e i rottami dell'aereo. 
 
Secondo le stime ufficiali morirò i 64 passeggeri dell'aereo - inclusi i terroristi - e 125 persone presenti all'interno del Pentagono.


Pubblicato il 31.03.2017 18:15

Guarda anche
Cronaca
Il giovane attore - in carcere per aver travolto e ucciso una donna con l'auto - racconta la sua versione dei fatti e chiede perdono. Rischia almeno cinque anni di prigione per essersi messo alla guida sotto l'effetto di stupefacenti e senza patente: "Ora sono in crisi d’astinenza, ma è giusto così, è giusto che soffra”.
Cronaca
Il Consigliere di Stato leghista, un anno dopo, ha concesso al macellaio bellinzonese una nuovo match: "Stavolta ha vinto lui meritatamente"
Cronaca
La notizia è arrivata ormai in tarda serata dopo che nel triangolo tra via Sorengo , via Basilea e Piazzale Besso si sono vissute ore di tensione. LE FOTO DALLA ZONA ISOLATA
Cronaca
Le parole pesanti come macigni della ragazza che racconta come la madre fosse da tempo vessata dal 54enne che l'ha uccisa: su di lui anche un ingiunzione per non avvicinarsi alla donna. "Non parlo per me, io una madre non l’ho più, ma per gli altri. Non voglio che qualcuno perda i propri cari perché nessuno è stato capace di proteggere chi è vittima di minacce"