Cronaca
Ennesima rapina a mano armata sul confine. Colpo al distributore Tamoil a San Pietro di Stabio. Ecco i connotati dei banditi, che sono fuggiti a bordo di un'Audi nera guidata da un complice
Le ricerche non hanno finora dato esito positivo. Eventuali testimoni che hanno notato movimenti sospetti nelle vicinanze del distributore sono pregati di contattare la Polizia cantonale
Foto: TiPress/Benedetto Galli
SAN PIETRO DI STABIO - La Polizia cantonale comunica che oggi pomeriggio poco dopo le 13.30 a San Pietro di Stabio presso il distributore di benzina Tamoil in via Dogana vi è stata una rapina. Due rapinatori, uno a viso scoperto e uno con viso coperto, sono entrati nel distributore. Il rapinatore a viso scoperto ha minacciato con un'arma da fuoco le dipendenti facendosi consegnare del denaro. Dopodiché sono fuggiti a bordo di un'Audi A2 di colore nero, con alla guida un terzo complice, in direzione del vicino valico. Nessuno è rimasto ferito. Le ricerche subito intraprese non hanno dato, finora, esito positivo.

Connotati dei rapinatori:

1) Uomo, circa 40 anni, capelli lunghi scuri, corporatura snella. Indossava berretta e sciarpa scura, giacca a vento rossa con cappuccio, pantaloni jeans blu, scarpe da ginnastica nere con suola bianca.

2) Uomo, circa 65 anni, capelli grigi scuri, baffi e pizzetto grigi, occhiali da vista. Indossava gilet grigio scuro con colletto marrone chiaro e rosso, camicia a maniche corte a quadretti, jeans blu, scarpe da ginnastica nere con stringhe bianche.

Eventuali testimoni che hanno notato movimenti sospetti nelle vicinanze del distributore sono pregati di contattare la Polizia cantonale allo 0848 25 55 55.

Pubblicato il 18.04.2017 16:36

Guarda anche
Cronaca
L’ambasciata, fa sapere l’ambasciatore, Hein Walker-Nederkoorn, “nel senso di un gesto umanitario, in collaborazione con la Segreteria di Stato della migrazione, ha deciso di facilitare il viaggio in Svizzera della famiglia”. Arriveranno la moglie, un fratello e le figlie, di 16 e 20 anni
Cronaca
Il presidente di Gastroticino ci scrive: "Questa "terrazza ticinese" era arredata con poster ufficiali di Ticino Turismo e all’interno dello stand campeggiava anche il marchio VITI, con tanto di boccalini rossoblù! Ma al posto del vino ticinese servivano Merlot del veneto......"
Cronaca
Il passaggio di proprietà è stato deciso di comune accordo, in seguito alla volontà reciproca di permettere al Management operativo di raggiungere la quasi totalità delle partecipazioni di EVENTMORE. È inoltre frutto della consapevolezza che le piccole-medie imprese devono costantemente rivedere i processi strategici
Cronaca
La showgirl senza freni sullo scandalo sessuale che ha travolto Hollywood: "Una può sottrarsi tranquillamente alle proposte indecenti. Con me ci provò un regista italiano molto famoso: si presentò con un perizoma rosso....Trovo osceno che tutte le attrici in blocco abbiano denunciato Weinstein. E’ uno schifo, una vergogna…"