Politica e Potere
Migranti: la pressione sul Ticino non diminuirà. In Italia crescita del 60% sugli sbarchi: "Ma la Svizzera oggi è meno attrattiva con la procedura accelerata"
Il segretario di Stato alla migrazione Mario Gattiker fa il punto della situazione e rassicura nonostante i dati poco confortanti che arrivano dalla vicina Penisola: "Le domande d'asilo sono perfino in calo in confronto al primo trimestre 2016"
Ti Press
BERNA/BELLINZONA - Nessuno si aspetti che la situazione migliori: l’ondata migratoria sul Ticino e sulla Svizzera non si attenuerà. Lo afferma il segretario di Stato alla migrazione Mario Gattiker, intervistato da alcuni giornali romandi.

”L'Italia - spiega l’alto funzionario - ha già registrato una crescita del 60% degli arrivi se rapportato agli stessi mesi dello scorso anno”. Nel nostro Paese gli effetti ancora non sono visibili, ma è prevedibile che presto lo saranno.

Tuttavia, afferma Gattiker, “l'attrattiva della Svizzera è diminuita con il trattamento in maniera accelerata delle domande d'asilo poco fondate presentate da persone provenienti da Paesi per i quali il tasso di riconoscimento è basso”.

E questo consentirà di certo di limitare la pressione migratoria sul nostro Paese. A sostegno di questa tesi, il segretario di Stato, cita un dato fondamentale: “Le domande d'asilo sono perfino in calo in confronto al primo trimestre 2016".

Pubblicato il 20.04.2017 10:28

Guarda anche
Politica e Potere
"Sappiamo che Darwin Airlane SA - che è di Ethiad come la compagnia italiana - opera in regime di semi esclusiva in Italia su alcune tratte concesse in “sharing” dall’Alitalia stessa. La conseguenza di un “grounding” di Alitalia potrebbe cosi incidere negativamente anche sull’operatività della Darwin Airline SA stessa. Il Municipio sta seguendo la vicenda?"
Politica e Potere
Prima i Nostri: continua il bisticcio a distanza tra il partron di Medacta e l'UDC. "Un piccolo particolare: ci sono aziende che nel 2016 e nel 2017 pagheranno tasse aziendali e sugli stipendi di 18 milioni di franchi", contrattacca l'imprenditore
Politica e Potere
Erano insieme nel Comitato che ha promosso l'iniziativa e ora litigano di brutto. Ieri l'affondo del patron di Medacta, oggi la risposta dei due democentristi: "Imprenditori che minacciano di continuo di levare le tende dal nostro Cantone se solo si osa richiamarli a una sacrosanta responsabilità sociale"
Politica e Potere
Il segretario di Stato: "L’esperienza ha dimostrato quanto la Svizzera abbia beneficiato economicamente nel trascorso quindicennio di relativa apertura dei mercati dell’UE. E’ soltanto perché i vicini stanno per altri versi peggio che ancora attività economiche decidono di insediarsi in Svizzera, o almeno di non lasciarla"