Cronaca
Notte 'calda' a Ponte Chiasso, ecco il video che mostra cos'è successo fuori dal bar Agorà. La 30enne ubriaca che ha scatenato il parapiglia viene portata via a forza da un gruppo di giovani. È in reggiseno e mutandine... Tutto accade a pochi metri dalla dogana Video
Dopo il video all’interno del bar ecco quello che mostra il seguito della scena. Anche questo, come il primo, è stato pubblicato da ticinolibero.ch
PONTE CHIASSO – Dopo il video girato all’interno del Bar Agorà, ecco quello che mostra il seguito della scena, con la 30enne comasca ubriaca - che ha scatenato il parapiglia venerdì notte a Ponte Chiasso – portata via a forza. Il secondo video, come il primo, è stato pubblicato oggi dal portale ticinolibero.ch.

La donna si è spogliata, rimanendo in reggiseno e mutandine all'interno del locale, come mostra il video pubblicato ieri e rompe tutto con una sedia prima di essere immobilizzata.

Nel secondo filmato la 30enne viene portata fuori, tenuta per gambe e braccia a fatica da un gruppetto di uomini. Urla, ed è in evidente stato di alterazione. Quando la posano a terra, sempre cercando di tenerla ferma, si divincola, si alza in piedi, grida contro chi la circonda. In mezzo alla strada c'è un'auto della Polizia.




Pubblicato il 11.07.2017 14:47

Guarda anche
Cronaca
L’impatto del pugno di per sé di modesta entità - scrive la RSI che ha anticipato la notizia - provocò un abnorme movimento del collo, che produsse a sua volta la lacerazione dell’arteria vertebrale sinistra (all’origine dell’emorragia cerebrale). Sembrerebbe trovare dunque conferma la testimonianza del buttafuori del locale
Cronaca
La gente che ha casa lì questa mattina ha iniziato a spalare in attesa che arrivassero rinforzi. Il Cantone ha inviato una ruspa, ma agli abitanti resta il compito di spalare a mano i detriti. Perché, gli è stato detto, quel piazzale è terra di nessuno: “Dovere arrangiarvi voi”. Potete immaginare il livello di incazzatura…
Cronaca
Un uomo impugnando un arma da taglio è entrato nel distributore e si è fatto consegnare l'incasso. Il rapinatore è poi fuggito con una Fiat di colore grigio con targhe italiane, in direzione del valico. A bordo del veicolo vi era pure una seconda persona.
Cronaca
Se la lacustre di 11 chili se l’era aggiudicata Angelo Delea, che l’ha proposta ai clienti della sua ‘Bottega del Vino’, quella di oggi l’ha comprata l’Osteria Boato di Brissago