Post Nucleare
AIL: 12 milioni e mezzo di utile nel 2016 e investimenti operativi pari a 32 milioni. Un risultato economico solido e in linea con le aspettative
Con quasi 300 milioni di franchi di cifra d’affari, 361 dipendenti e oltre 112'000 clienti serviti, la società si è confermata un attore di primaria importanza nel panorama aziendale ticinese
© Ti-Press / Pablo Gianinazzi
LUGANO - Dopo la pubblicazione, lo scorso anno, del primo Rapporto di sostenibilità, le AIL presentano per l’esercizio 2016 il primo Rapporto annuale integrato, che consolida la visione di lungo respiro temporale – quella legata alla sostenibilità sotto il profilo economico, ambientale e sociale degli orientamenti strategici perseguiti dall’azienda – e quella di breve termine, che riferisce dell’impatto sul risultato finanziario dell’anno in rassegna delle azioni intraprese e dei progetti realizzati. 

Con quasi 300 milioni di franchi di cifra d’affari, 361 dipendenti e oltre 112'000 clienti serviti, la società si è confermata un attore di primaria importanza nel panorama aziendale ticinese. L'utile di esercizio è stato di 12,6 milioni, gli investimenti operativi pare a 32 milioni. 


Il risultato finanziario conseguito nell’esercizio 2016, in un contesto legislativo e di mercato tutt'altro che prevedibili, può essere considerato molto positivamente e in linea con le aspettative, mentre la solidità finanziaria raggiunta lascia spazio all’ottimismo in una prospettiva di medio-lungo termine. La dotazione di capitale umano – sia sotto l’aspetto delle competenze tecniche sia sotto quelle manageriali – è molto marcata e all’altezza delle sfide legate alla realizzazione della Strategia energetica 2050 portata avanti dalla Confederazione.
 

Anche per gli anni a venire AIL ha l’intenzione di proseguire con la realizzazione delle iniziative volte a concretizzare gli obiettivi strategici definiti, che, ridotti all’essenziale, consistono nel consolidamento della posizione raggiunta nella distribuzione dei vettori energetici tradizionali e dell’acqua potabile agli abitanti e alle aziende del comprensorio, da una parte, e nello sviluppo sostenibile di nuovi prodotti e servizi nell’ambito dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili, dall’altra.


In questa prospettiva l'azienda ha stilato il codice di condotta e di etica aziendale, che ha quale obiettivo principale quello di preservare la reputazione dell’azienda e quella individuale di ogni suo singolo collaboratore, orientandone il comportamento sia nei rapporti interni sia in quelli con l’esterno, nel rispetto dei generali principi di trasparenza, buona fede, correttezza, onestà, lealtà e imparzialità.

 

Il Rapporto annuale integrato 2016 completo, la versione compatta e il codice di condotta e di etica aziendale sono scaricabili dal sito www.ail.ch. 



Pubblicato il 13.07.2017 09:52

Guarda anche
Post Nucleare
L’opera è stata completata grazie alle sinergie attivate tra le due aziende e i comuni della valle, i quali vedranno risolversi definitivamente i problemi di continuità dell’approvvigionamento sul loro territorio
Post Nucleare
Obiettivo di questa campagna era da una parte la promozione del portale online “MyAIL”, il comodo servizio gratuito per rimanere sempre in contatto con le AIL, e dall’altra quello di conoscere ancora meglio i clienti, così da poter esser loro più vicini e garantire una qualità dei servizi all’altezza delle aspettative
Post Nucleare
La strategia delle AIL, ridotta all’essenziale, consiste nel consolidare la posizione raggiunta nella distribuzione dei nostri vettori energetici tradizionali, da una parte, e nello sviluppo di nuovi prodotti nell'ambito dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili, dall’altra. Una linea quindi perfettamente allineata con la nuova Strategia
Post Nucleare
Il timore è che a Ispra, dove ha sede l’Euratom, l’agenzia atomica europea, arrivino in futuro arrivino anche sostanze di vario genere da altri paesi dell’Ue