Cronaca
Niente consumo di canapa light per gli agenti della polizia cantonale. Il Comando ha già introdotto il divieto lo scorso aprile: "Può creare inattitudine alla guida"
Inoltre, dato che alla vista e all'odore non è possibile distinguere la canapa con tenore di THC inferiore all'1% da quella stupefacente, viene ritenuto inopportuno l'associare un agente di polizia a un possibile consumo di cannabis
© Ti-Press / Samuel Golay
BELLINZONA - Niente canapa light per gli agenti della polizia cantonale. Lo precisa oggi in una nota il Comando spiegando che, sebbene non sia punibile per legge, il consumo di canapa con THC inferiore all'1% può lasciare delle tracce nell’organismo, tali da determinare una condizione di inattitudine alla guida ai sensi della Legge federale sulla circolazione stradale.

 

Inoltre, dato che alla vista e all'odore non è possibile distinguere la canapa con tenore di THC inferiore all'1% da quella stupefacente, viene ritenuto inopportuno l'associare un agente di polizia a un possibile consumo di cannabis.

 

Un divieto, sottolinea il Comando, anche richiamandosi al codice deontologico della polizia, che è già stato introdotto lo scorso aprile.



Pubblicato il 11.08.2017 15:24

Guarda anche
Cronaca
Il giovane keniota che mercoledì scorso ha provocato il frontale con un camion nella galleria del San Gottardo era probabilmente un passatore. Il 22enne è morto in seguito all’incidente, come il camionista di 78 anni che stava trasportando verso il Ticino un carico di finestre
Cronaca
L'ipotesi di reato al vaglio degli inquirenti è di istigazione e aiuto al suicidio legata in particolare agli aspetti finanziari di questa attività. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Andrea Minesso
Cronaca
Le persone finite in carcere sono un 41enne e una 49enne, entrambi cittadini italiani residenti nel Luganese. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Moreno Capella
  • Le più lette