Bar Sport
Aldo Merlini lascia tutti a bocca aperta al Golf di Ascona e mette a segno un colpo alla Tiger Woods. Infila la pallina in buca in un solo tiro da 140 metri. Le statistiche dicono che, come dilettante, aveva una possibilità su 40'000 di fare una 'hole in one'  Video
Sabato scorso durante una gara tra professionisti e dilettanti al Golf Patriziale di Ascona, la ‘Pro-Am’ il presidente dell’Organizzazione turistica Lago Maggiore, Aldo Merlini, ha compiuto un’impresa che ha lasciato tutti a bocca aperta. GUARDA IL VIDEO
ASCONA - Sabato scorso durante una gara tra professionisti e dilettanti al Golf Patriziale di Ascona, la ‘Pro-Am’ il presidente dell’Organizzazione turistica Lago Maggiore, Aldo Merlini, ha compiuto un’impresa che ha lasciato tutti a bocca aperta.

In un sol colpo, Merlini, che ovviamente gioca tra i dilettanti, ha imbucato la pallina alla pista numero 7 dopo un tiro di circa 140 metri, utilizzando la mazza numero 7. Tecnicamente questo colpo si chiama ‘hole in one’. Secondo le statistiche internazionali, un dilettante ha una probabilità di una su 40'000, mentre un professionista ne ha una su 2'500.  E chissà che ora, dopo questo colpo alla Tiger Woods, Merlini pensi al professionismo…




Pubblicato il 06.09.2017 18:07

Guarda anche
Bar Sport
Montella paga un inizio di stagione disastroso dopo un mercato che ha visto il club di via Aldo Rossi, guidato dalla nuova proprietà cinese, investire sul mercato oltre 200 milioni di Euro. In 14 partite, l’allenatore campano ha racimolato appena 20 punti: con 6 vittorie, 2 pareggi e ben 6 sconfitte (arrivate tutte con le prime squadre della classifica)
Bar Sport
La vicenda, da cronaca "green" più che "rosa", si sarebbe potuta probabilmente risolvere in modo meno formale, spiegando a voce il problema alle interessate. Perché è difficile pensare che, come auspica il finale della lettera, quel rimbrotto rimanga “senza strascichi”…
Bar Sport
Il responsabile dei direttori di gara ticinese denuncia e dettaglia la crisi del settore: "All’ultimo corso per arbitri se ne sono iscritti 19. Quelli che hanno concluso positivamente il programma non erano più di 7….Spesso ci troviamo a dovere accettare situazioni improponibili con la necessità di richiedere agli arbitri di dirigere 2 o 3 partite in un fine settimana"
Bar Sport
L'ANALISI - Ora è il tempo dei processi. Si faranno tanti discorsi, conditi da luccicanti buoni propositi da vendere all’opinione pubblica, ma alla fine cambierà poco o nulla. Per fare la rivoluzione servono i rivoluzionari o i soldi: l’Italia non ha né l'una e né l'altra cosa. Quel poco che si può fare però va fatto