CS News
Imprese: il Ticino resta poco attrattivo. Secondo la classifica di Credit Suisse siamo quartultimi in Svizzera. Lugano e Mendrisio le aree più forti del Cantone
A determinare la graduatoria sono sette fattori tra i quali pressione fiscale per le persone fisiche e giuridiche, la disponibilità di manodopera qualificata e i collegamenti viari. Sul podio: Zugo, Zurigo e Argovia
ZURIGO - Ticino quartultimo. Non è positiva per il nostro Cantone la classifica annuale stilata da Credit Suisse che misura l'attrattiva delle regioni svizzere per le imprese. A determinare la graduatoria sono sette fattori tra i quali pressione fiscale per le persone fisiche e giuridiche, la disponibilità di manodopera qualificata e i collegamenti viari.

 

Invariati i vertici, movimento nella fascia media

 

Il canton Zugo da anni guida con un certo distacco la classifica dei cantoni, seguito da Zurigo. Il canton Argovia è riuscito a difendere il terzo posto davanti a Basilea Città. Queste aree geografiche presentano la combinazione più favorevole di fattori di attrattiva. Risultati altrettanto nettamente superiori alla media sono stati raggiunti dai cantoni di Nidvaldo, Svitto e Lucerna. Nell'ampia fascia media si posizionano diversi cantoni ad alta concentrazione urbana così come la città-cantone di Ginevra. Rispetto allo scorso anno, Appenzello Esterno ha guadagnato due posizioni passando dal 10° all'8° posto e superando Turgovia e Obvaldo. Il canton Svitto sorpassa di poco Lucerna. Il canton Vaud si avvicina ulteriormente a Soletta in particolare grazie alla riduzione delle imposte sulle imprese. I cantoni periferici di Giura e Vallese presentano la minore qualità della localizzazione. Le loro condizioni naturali – ad esempio la situazione topografica e i lunghi tempi di percorrenza verso i grandi centri economici - rendono difficile la politica della localizzazione e restano perlopiù invariate. Ciononostante, la posizione in classifica può cambiare, come dimostra l'esempio del canton Uri che, grazie a un'imposizione attrattiva, ha raggiunto un risultato migliore rispetto ad altri cantoni di montagna.

 

Notevoli differenze all'interno dei cantoni

 

Un'analisi a livello cantonale è insufficiente per cantoni più grandi ed eterogenei come Berna, Vaud, Ticino o Grigioni. Per questo motivo gli analisti di Credit Suisse considerano la qualità della localizzazione anche a livello delle 110 regioni economiche. I centri di Zurigo, Zugo, Baden, Lucerna, Basilea e Berna nonché i relativi agglomerati urbani rientrano tra le aree più attraenti per le aziende soprattutto grazie al loro allacciamento alle vie di comunicazione.

 

Nella Svizzera romanda, Nyon riesce a distanziarsi notevolmente dalle sue aree vicine, mentre in Ticino questo vale per le regioni di Mendrisio e Lugano. Le regioni dell'arco alpino e dell'arco giurassiano sono chiaramente meno attrattive dal punto di vista delle aziende e questo è dovuto alla loro topografia e ai tempi di percorrenza in parte considerevoli verso gli agglomerati urbani.



Pubblicato il 12.09.2017 16:58

Guarda anche
CS News
A dispetto del miglioramento del clima di fiducia, con l'1,5 % la crescita dei consumi nel 2018 si muoverà verosimilmente nella fascia degli scorsi anni. Una ripresa più sostenuta dei consumi è osteggiata soprattutto dalla creazione stagnante di posti di lavoro
CS News
Gli economisti dell'istituto bancario hanno presentato la ricerca raccogliendo i dati tra 1'900 piccole e medie imprese sul territorio nazionale
CS News
Credit Suisse e l'Università di San Gallo pubblicano lo «Swiss External Asset Managers Industry Report 2017»
CS News
Gabriele Zanzi, responsabile Regione Ticino di Credit Suisse: "Abbiamo affidato i lavori a imprese e artigiani del Cantone, confermando il nostro impegno per la regione"