Cronaca
Case arlecchino a Cadenazzo, il regolamento cromatico divide. Il gruppo PLR: “Fermiamo la moda della casa più appariscente”. Il Municipio: meglio una semplice norma che un elenco dei colori
Il Municipio e la Commissione del Piano regolatore propongono di inserire nel Regolamento edilizio una norma sul tinteggio delle abitazioni come indicato dalle linee guida cantonali
foto: TiPress/Davide Agosta
CADENAZZO - “Allestire un regolamento per il tinteggio delle facciate” con l’obiettivo di “fermare la moda di avere la casa più appariscente”. Lo chiede, come riporta LaRegione, una mozione del gruppo Plr in Consiglio comunale depositata lo scorso aprile.

Ora il Municipio e la Commissione del Piano regolatore propongono di inserire nel nuovo Regolamento edilizio in fase di elaborazione per il comparto di Cadenazzo e Robasacco una norma sul tinteggio delle abitazioni (attualmente ce n’è una solo per la zona nucleo), così come indicato dalle linee guida cantonali. Secondo le quali “il tinteggio deve permetterne un inserimento paesaggistico ordinato e armonioso. Sono pertanto escluse le tinte che si discostano in modo marcato dai colori caratteristici della zona, come pure le tinte troppo vivaci o eccessivamente brillanti, sature e intense”.

Il Municipio non condivide però la proposta degli autori della mozione, vale a dire l’elaborazione di un regolamento specifico: “Le situazioni passate di colori molto accesi, che molto avevano fatto discutere – sostiene l’Esecutivo -, oggi risultano ridimensionate” grazie agli agenti atmosferici.



Pubblicato il 14.09.2017 11:04

Guarda anche
Cronaca
Gli inquirenti: occorrerà pure stabilire l'influenza su quanto accaduto del consumo di bevande alcoliche. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Paolo Bordoli.
Cronaca
L'operazione è stata effettuata in collaborazione con la Polizia della città di Bellinzona, la Polizia della città di Locarno e la Polizia comunale Muralto-Minusio
Cronaca
Velocità eccessiva. È il verdetto deI perito nominato dal Ministero pubblico per ricostruire la dinamica del grave incidente avvenuto il 12 luglio a Caslano. L'investitore 28enne è accusato di lesioni colpose gravi e altri reati
Cronaca
Il tema di Matrix, ieri sera su Canale 5, era lo stupro e il coraggio o la paura di denunciarlo. E in studio c’era anche la giornalista ticinese Natascha Lusenti, 46 anni, autrice e conduttrice televisiva, che in passato ha lavorato al Giornale del Popolo. GUARDA IL VIDEO