Cronaca
"Per non dimenticare. Andrea continua a trasmetterci tutta la sua forza, come ha sempre fatto. Grazie ai suoi insegnamenti abbiamo voglia di andare avanti con lo spirito di sempre. Da oggi di riparte". Riapre La Macelleria. E la vita continua anche senza di noi... Video
La Macelleria di Andrea Stuppia, a Giubiasco, ha ripreso l’attività dopo la scomparsa del fondatore e titolare, avvenuta venerdì 15 settembre
GIUBIASCO – “Da oggi si riparte…”. La Macelleria di Andrea Stuppia, a Giubiasco, ha ripreso l’attività dopo la scomparsa del fondatore e titolare, avvenuta venerdì 15 settembre. L’annuncio è stato dato nelle scorse ore da Manuel Morandi, che gestisce il negozio di Lamone, ed è firmato ‘Manuel e il Team della Macelleria’.

“Per non dimenticare...”. Il post su Facebook inizia così. Per non dimenticare Andrea, che aprì il negozio di Giubiasco esattamente 15 anni fa, staccandosi dal padre Enzo.

“Un ringraziamento speciale a tutti voi per il sostegno che ci avete dimostrato in questo difficile momento – si legge sul post -. Abbiamo sentito il vostro grande affetto. La vicinanza che ci avete testimoniato ci ha dato l’energia per affrontare questa delicata situazione.

Andrea continua a trasmetterci tutta la sua forza, come ha sempre fatto. Grazie ai suoi insegnamenti abbiamo voglia di andare avanti con lo spirito di sempre.

Non dimenticheremo mai il suo entusiasmo.
Il suo sorriso sarà anche il nostro, per accogliervi con professionalità e amicizia. Grazie. Da oggi si riparte”.

Già, ‘la vita continua anche senza di noi…”. E ad Andea dedichiamo un’ultima canzone: “Anima fragile” di Vasco Rossi…

emmebi

Pubblicato il 26.09.2017 08:59

Guarda anche
Cronaca
Una notizia che ha spiazzato tutti, comunicata dallo stesso Croci durante il tradizionale incontro natalizio tra il Municipio di Mendrisio e la popolazione al Mercato coperto. A inizio gennaio una conferenza stampa in cui il sindaco esporrà le motivazioni che lo hanno spinto a prendere questa decisione
Cronaca
Il giovane keniota che mercoledì scorso ha provocato il frontale con un camion nella galleria del San Gottardo era probabilmente un passatore. Il 22enne è morto in seguito all’incidente, come il camionista di 78 anni che stava trasportando verso il Ticino un carico di finestre
Cronaca
L'ipotesi di reato al vaglio degli inquirenti è di istigazione e aiuto al suicidio legata in particolare agli aspetti finanziari di questa attività. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Andrea Minesso
Cronaca
Le persone finite in carcere sono un 41enne e una 49enne, entrambi cittadini italiani residenti nel Luganese. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Moreno Capella