Bar Sport
Stangata per Christian Constantin: il presidente del Sion interdetto dai campi per 14 mesi dai campi e condannato a una multa di 100'000 franchi
La sanzione punisce l’aggressione del numero 1 del club valessano nei confronti dell’opinionista di Teleclub ed ex CT della nazionale Rolf Fringer, avvenuta lo scorso 21 settembre a Cornaredo nel dopopartita di Lugano-Sion
SION - Oltre un anno di interdizione (14 mesi) dai terreni di gioco e una multa di 100’000 franchi. È questa la condanna che la Commissione disciplinare della Swiss Football League, presieduta dal ticinese Daniele Moro, ha inflitto al presidente del Sion Christian Constantin.

 

La sospensione entra in vigore da subito ed è valida per le partite di Super League, Challenge League e Coppa Svizzera, nonché per quelle della Nazionale.

 

La sanzione punisce l’aggressione del numero 1 del club valessano nei confronti dell’opinionista di Teleclub ed ex CT della nazionale Rolf Fringer, avvenuta lo scorso 21 settembre a Cornaredo nel dopopartita di Lugano-Sion.

 

Secondo la giustizia sportiva quella di Constantin rappresenta "una chiara violazione delle regole di condotta che deve osservare qualsiasi persona che esercita delle funzioni in seno a una società di calcio, a maggior ragione quando si tratta del presidente."

 

Il presidente del Sion ha dunque violato "molto gravemente violato il Regolamento disciplinare dell’ASF". Ed inoltre è recidivo, essendo già stato inibito dai terreni di gioco nel 2008, "in una vicenda che presenta numerose similitudini con il presente caso. E questa circostanza aggravante”.

 

La Commissione disciplinare sottolinea infine come Costantin non abbia mostrato alcun pentimento per il suo gesto, "per altro in nessun modo negato dal principale interessato".



Pubblicato il 12.10.2017 11:31

Guarda anche
Bar Sport
Montella paga un inizio di stagione disastroso dopo un mercato che ha visto il club di via Aldo Rossi, guidato dalla nuova proprietà cinese, investire sul mercato oltre 200 milioni di Euro. In 14 partite, l’allenatore campano ha racimolato appena 20 punti: con 6 vittorie, 2 pareggi e ben 6 sconfitte (arrivate tutte con le prime squadre della classifica)
Bar Sport
La vicenda, da cronaca "green" più che "rosa", si sarebbe potuta probabilmente risolvere in modo meno formale, spiegando a voce il problema alle interessate. Perché è difficile pensare che, come auspica il finale della lettera, quel rimbrotto rimanga “senza strascichi”…
Bar Sport
Il responsabile dei direttori di gara ticinese denuncia e dettaglia la crisi del settore: "All’ultimo corso per arbitri se ne sono iscritti 19. Quelli che hanno concluso positivamente il programma non erano più di 7….Spesso ci troviamo a dovere accettare situazioni improponibili con la necessità di richiedere agli arbitri di dirigere 2 o 3 partite in un fine settimana"
Bar Sport
L'ANALISI - Ora è il tempo dei processi. Si faranno tanti discorsi, conditi da luccicanti buoni propositi da vendere all’opinione pubblica, ma alla fine cambierà poco o nulla. Per fare la rivoluzione servono i rivoluzionari o i soldi: l’Italia non ha né l'una e né l'altra cosa. Quel poco che si può fare però va fatto