Politica e Potere
"Ignazio, preparati ad usare la clava con l'Italia". Fabio Regazzi sbotta contro il Governo italiano e invita il nuovo ministro degli esteri Cassis ad utilizzare le maniere forti: "La pazienza si sta esaurendo"
Dopo che Angelino Alfano, in visita a Lugano, aveva annunciato come vicina la firma tra Svizzera e Italia sull'accordo fiscale, da Roma è arrivata la smentita. E il Conisgliere Nazionale PPD si scatena su Facebook: "Un teatrino davvero penoso che mina la già scarsa credibilità di cui gode oramai il Governo italiano"
© Ti-Press / Pablo Gianinazzi
di Fabio Regazzi*

 

Angelino Alfano, Ministro degli esteri italiano (quindi non il portinaio di Palazzo Chigi) viene in Svizzera a dichiarare che la firma dell’accordo sulla fiscalità dei frontalieri è imminente.

 

Passano alcuni giorni e Palazzo Chigi smentisce il proprio Ministro degli esteri. Un teatrino davvero penoso che mina la già scarsa credibilità di cui gode oramai il Governo italiano.

 

Credo che a questo punto sia venuto il momento di cambiare registro con chi si dimostra poco serio e del tutto inaffidabile.

 

Il nostro nuovo Ministro degli esteri Ignazio Cassis dovrà affrontare subito questa situazione preparandosi anche ad usare la clava se necessario. La pazienza si sta oramai esaurendo...


*Consigliere Nazionale PPD



Pubblicato il 12.10.2017 13:53

Guarda anche
Politica e Potere
La GISO: "È giunto il momento di rinnovare il partito, a livello generazionale, ma soprattutto sul piano delle idee. Il PS si è pronunciato e dovrà ricordare la presa di posizione di questa Conferenza Cantonale durante le discussioni sulle liste per le prossime elezioni cantonali: da chi vogliamo essere rappresentati nelle istituzioni?"
Politica e Potere
La posizione del presidente Righini e dei giovani ha ottenuto la netta maggioranza dei delegati riniti a Camorino. Ben 95 i voti favorevoli, contro i soli 39 raccolti dalla “mozione Bertoli” che chiedeva di non schierare il partito in prima linea nella raccolta firme
Politica e Potere
Durissimo attacco dell'ex coordinatore della gioventù socialista Aramis Gianini al ministro Bertoli e alla parte del gruppo parlamentare che appoggia la riforma fiscosociale: "Nel mio quartiere, dove nessuno è Dottore in scienze politiche, ma a conti fatti nessuno è fesso, si ripete il mantra per cui quelli lì, i trafficoni della politichetta, fanno sempre quello che vogliono. E anche se non è vero per tutti, lo è per molti"
Politica e Potere
L'avvocato di Mendrisio: "La visita alla pista addobbata è un pretesto per uscire di casa, per “socializzare”, come si dice oggi, in una piazza che finalmente vive. Sono anni che vanamente chiedo ai politici di estendere il periodo in cui questa pista allieta l’inverno. Le mie richieste sono sempre cadute nel vuoto vuoi invocando il riscaldamento globale terrestre, oppure sommerse dal nuovo mantra del “ghé pü da danee”