Cronaca
HCL e biglietti: il Ministero pubblico apre un'inchiesta d'ufficio dopo la decisione del club di separarsi da un collaboratore
L'indagine del Ministero Pubblico, coordinata dalla procuratrice Fiorenza Bergomi, vuole verificare l'esistenza o meno della commissione di reati penali
©Ti-Press / Francesca Agosta
LUGANO - Il Ministero Pubblico comunica che, a seguito delle notizie sull'attività di biglietteria dell'Hockey Club Lugano, è stato aperto d'ufficio un procedimento penale volto a verificare l'esistenza o meno della commissione di reati penali.


"In merito a quanto pubblicato dal Caffè  - scriveva ieri l'HCL in uno nota - sono recentemente emerse discordanze nell’ambito delle usuali analisi effettuate dal club sul numero di biglietti e abbonamenti venduti. La società ha pertanto logicamente avviato le necessarie verifiche per individuare l’origine e la causa di tali discrepanze. I primi riscontri hanno portato il club a separarsi da un proprio collaboratore in ragione delle divergenze sulle modalità operative poste in essere da quest’ultimo mentre hanno confermato la bontà dell’attività svolta da tutti gli altri collaboratori".



L'inchiesta è coordinata dalla Procuratore Pubblica Capo Fiorenza Bergomi.

Pubblicato il 13.11.2017 18:51

Guarda anche
Cronaca
Il 36enne che ora è accusato di omicidio volontario, subordinatamente colposo, e di tutte le possibili e immaginabili violazioni del codice stradale, era uscito da pochi giorni dalla clinica psichiatrica di Mendrisio. E nonostante questo aveva la patente. Che una settimana fa si è trasformata in una sorta di licenza di uccidere, per parafrasare un celebre film di James Bond
Cronaca
Intervista all'ex procuratore pubblico che riflette sulla morte del Capo dei Capi di Cosa Nostra, ricorda gli anni in cui da magistrato combatteva la mafia e ammonisce sul futuro: "Quando nel 2000 lo interrogai si limitò ad augurarci buona giornata. Riina si è sporcato le mani di sangue come quasi nessuno. Ma oggi combattere la criminalità organizzata è ancora più difficile"
Cronaca
Impossibile calcolare le vittime mietute da Totò Riina, dalla gioventù corleonese, all’arresto palermitano. Sia tra i mafiosi, sia tra gli uomini dello Stato, sia tra i civili
Cronaca
Sul posto, per i primi soccorsi, è intervenuto un equipaggio di Tre Valli Soccorso. Per permettere i rilievi da parte del servizio incidenti, l'autostrada è stata chiusa e il traffico deviato sulla cantonale da Varenzo a Faido. Il perturbamento si protrarrà ancora per diverse ore