Sia il capogruppo Daniele Caverzasio che la stessa Minoretti, motivano la scelta di lasciare il Parlamento con l’impossibilità per l’ormai ex Gran Consigliera di conciliare l’attività professionale con quella parlamentare. Ma in realtà la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata un'altra....
Il giovane keniota che mercoledì scorso ha provocato il frontale con un camion nella galleria del San Gottardo era probabilmente un passatore. Il 22enne è morto in seguito all’incidente, come il camionista di 78 anni che stava trasportando verso il Ticino un carico di finestre
L'ipotesi di reato al vaglio degli inquirenti è di istigazione e aiuto al suicidio legata in particolare agli aspetti finanziari di questa attività. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Andrea Minesso
Il Consigliere agli Stati sul collega vallesano finito sotto i riflettori dello scandalo: "È irritante l'immagine di un Parlamento infarcito di uomini incapaci a controllarsi dinnanzi alle colleghe, degni successori del Cavaliere nella sua villa di Arcore, oppure di Strauss-Kahn in qualche camera d’albergo. Non è così. A Palazzo federale non si entra in un ascensore solamente dopo essere riusciti ad evitare questo o quel collega compagno di viaggio..."
Dopo la presa di posizione favorevole alla riforma del Consigliere di Stato e di larga parte del Gruppo in Gran Consiglio, ecco quella contraria della direzione del partito: "Non mi interessano accordi, inciuci di palazzo nei quali tu mi dai questo ed io ti do quell’altro. Sui bisogni della popolazione e del Cantone non si mercanteggia"
Bertoli, Kandemir Bordoli, Ghisletta e Garobbio: "La sinistra, che si oppone agli sgravi fiscali, non deve affossare il pacchetto fiscale e sociale e non deve rilanciare la politica scellerata degli sgravi fiscali a senso unico voluti dalla Destra"
"La politica comunale e cantonale deve adoperarsi affinché la politica federale decida finalmente di inasprire le sanzioni per coloro che delinquono e mettono in pericolo la vita altrui. Questi episodi legittimano ancora di più l’iniziativa popolare di GLRT “Le pacche sulle spalle non bastano!” per la creazione di un centro per giovani che delinquono
Le persone finite in carcere sono un 41enne e una 49enne, entrambi cittadini italiani residenti nel Luganese. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Moreno Capella
Il dibattito sulla No Billag, da un paio di mesi, è molto acceso sui social, sui siti e, in parte, anche sui giornali. Sulle radio e sulle televisioni che invece beneficiano dell’oggetto del contendere, il canone, non esiste. O per meglio dire esiste soltanto come noioso e doveroso oggetto di cronaca
Video
“Non riesco a fare tutto bene – dice Ferriroli a liberatv -. Ho quindi deciso di dare priorità alla professione e alla vita privata”. Bene, ci sta… Ma nella procedura di successione c’è stato un inghippo…
Alla riunione erano presenti il sindaco Marco Borradori, il vice Michele Bertini e i municipali Cristina Zanini Barzagli e Michele Foletti. Per l’istituto cardiologico, tra gli altri, il prof Tiziano Moccetti e Giorgio Giudici. Nel corso dell’incontro, sostanzialmente, il Cardiocentro ha chiesto e ottenuto il sostegno politico della Città di Lugano nella vertenza aperta con l’EOC. GUARDA LE VIDEOINTERVISTE CON BORRADORI E BIGNASCA
L’incidente è avvenuto, intorno alle 9 di questa mattina, circa 5 chilometri dopo l'entrata nord a Göschenen. Sul posto si sono precipitati i soccorritori: pompieri del CIG, Tre Valli Soccorso, Croce Verde di Bellinzona e REGA
Il presidente della CORSI ci scrive dopo la nostra recensione della serie tv della RSI che ha mandato su tutte le furie i cacciatori: "Ciò che mi è piaciuto del commento è la chiara e onesta distinzione fra la responsabilità autoriale e quella aziendale: un prodotto mal riuscito non deve portare alla condanna di tutta l'azienda!"
Il sindaco di Lugano: "Purtroppo per noi la notizia non è una sorpresa. Nelle ultime settimane i segnali erano chiari. Ottimista per il buon esito delle trattative con Swiss e con SkyWork per la tratta con Ginevra"
Il Municipio di Bellinzona: "Da una prima sommaria valutazione sembrerebbe che le principali difficoltà, si siano registrate su alcuni tratti, in particolare lungo percorsi stradali utilizzati quali vie d’accesso al centro cittadino dove la neve, caduta nottetempo, è stata schiacciata al suolo dal traffico pendolare della mattina"
"Purtroppo, quanto da noi più volte denunciato - dice a liberatv il sindacalista dell'OCST Lorenzo Jelmini - si è confermato in queste ore: l'operazione di acquisto da parte di Adria e da parte del fondo di investimento 4k era puramento di tipo speculativo, visto che non si è voluto investire un solo franco per rilanciare l'azienda. 250 persone dovranno ora affrontare le feste natalizie con questa pesante decisione sulle spalle"
  • Le più lette
Gallery
La scena che ha scatenato le ire degli appassionati dell’attività venatoria, è quella in cui un cacciatore prima fa la pipì, poi sorseggia della grappa e, infine, spara per errore a una ragazzina uccidendola. La provocazione è forte, e potrebbe anche essere interessante, ma è talmente costruita e raccontata male - sia prima che dopo la fucilata - da risultare un “bimbicidio” da caccia grottesco. Il problema, insomma, è la qualità del prodotto più che i suoi contenuti
Le foto, firmate da Francesca Agosta, ritraggono i nuclei di Salorino, Morbio Superiore e Castel San Pietro immersi nella nebbia… GUARDA LA GALLERY
Gli Amici della RSI organizzano una proiezione esclusiva al cinema Plaza. Basta mandare una e-mail e chi prima arriva....
Intanto questa mattina un nostro lettore ci informa che all’entrata della galleria di Ascona, direzione Brissago, dove ieri sera c’erano “iceberg” di neve ghiacciata in mezzo alla strada, la situazione non è affatto migliorata: “La carreggiata è una lastra di ghiaccioe quasi faccio un testa-coda anche con la mia quattro per quattro…”
Non solo a Locarno, ma un po’ in tutti i comuni limitrofi, e anche sulla cantonale tra l’uscita della galleria del Cantonaccio fino alla rotonda di piazza Castello, ci sono stati segnalati tratti di strada al limite della praticabilità
Capitolo costi. La Federazione dei cacciatori ha scritto a Maurizio Canetta che sarebbe interessante conoscere la spesa sostenuta dalla RSI per realizzare il prodotto. Da Comano, a livello ufficioso, si limitano a far filtrare che la produzione è costata la metà di quanto normalmente costa una serie televisiva della SSR. Ma niente cifre
Quando ti svegli la mattina percepisci subito che durante la notte ha nevicato, senza nemmeno guardar fuori dalla finestra. Perché c’è qualcosa nell’aria che si potrebbe definire un silenzio surreale, come se anche gli ambienti interni fossero ovattati, e forse nell’aria c’è anche un profumo di neve…
Durissima presa di posizione della Federazione dei cacciatori contro la fiction andata in onda su LA 1. Regazzi: "Ma non va letta sotto la lente di No Billag. Però qualche nostro associato purtroppo mi ha detto che voterà "sì" dopo aver visto la serie tv. Di sicuro la RSI si è fatta qualche nemico in più e non ne aveva bisogno"