Il presidente della CORSI ci scrive dopo la nostra recensione della serie tv della RSI che ha mandato su tutte le furie i cacciatori: "Ciò che mi è piaciuto del commento è la chiara e onesta distinzione fra la responsabilità autoriale e quella aziendale: un prodotto mal riuscito non deve portare alla condanna di tutta l'azienda!"
Il vicepresidente del PLR: "Ho l'impressione (e la speranza) che dopo la corsa alle rivendicazioni mediatiche di salari minimi più elevati rispetto a quelli proposti dal Governo, il buon senso ed un sano realismo prevarranno e porteranno la maggioranza parlamentare a sostenere la proposta governativa, a mio parere ben equilibrata"
Durissimo affondo del vicepresidente del PPD nell'editoriale che uscirà domattina su Popolo e Libertà, dopo il voto contrario in Commissione dei liberali radicali sulla proposta di sospendere preventivamente i permessi di lavoro in presenza di condizioni salariali illegali: "A distanza di alcune ore fatico ancora a comprendere la loro posizione...."
Il deputato di AreaLiberale ci scrive: "E non diciamo che chi paga sono sempre gli stessi, né che sono sempre più strizzati da imposte, tasse e balzelli che se erano uguali a 100 dieci anni fa ora sono 145, e che non sono sufficienti per fare le paghe degli addetti alla burocrazia del quartiere..."
Il capogruppo UDC in Consiglio comunale ci scrive: "Mi chiedo come ancora oggi si possano avanzare vecchi teoremi, speranze e illusioni sul rilancio, già polverizzate dagli eventi. L'ostinazione è una brutta cosa..."
Il capogruppo UDC in Consiglio comunale ci scrive: "Mi chiedo come ancora oggi si possano avanzare vecchi teoremi, speranze e illusioni sul rilancio, già polverizzate dagli eventi. L'ostinazione è una brutta cosa..."
Il vicepresidente del PPD: "In questo contesto sgradevole, con tutto questo vociare in una sola direzione, la gente si sente confusa e disorientata: non solo la base popolare democratica, ma tante altre migliaia di cittadini attente alla cosa pubblica. Lo si comprende ed è quindi giunto il momento che i popolari democratici facciano sentire la propria voce"
Lettera dell'ex presidente del PPD: " Ci si può incazzare anche per l’oggettiva parzialità dell’informazione (e di esempi ve ne sono parecchi), ma non serve a nulla! C’è sempre una giustificazione, una scusa o il rimprovero di essere tu – “l’incazzato” - di parte che, se proprio proprio pensi di aver ragione, puoi sempre rivolgerti all’ombudsman…"
SECONDO ME - Ecco il testo - firmato dal co-coordinatore del movimento ecologista Massimo Collura - indirizzato al ministro del DSS: " Dopo i recenti fatti la sua presa di responsabilità oggi non può più limitarsi ad una semplice ammissione di colpa"
Video
La giornalista a margine delle reazioni all'articolo sui funerali dell'asilante ucciso a Brissago: "Condivido il commento di Andrea Leoni perché descrive una realtà che si sta sempre più abbassando a livelli preoccupanti, dove l'irrazionalità è guidata da un odio e da una rabbia repressi"
Il presidente dell'UDC ci scrive: "L'iniziativa Contro i giudici stranieri lanciata dall'UDC, dove prevale il diritto svizzero su quello internazionale, non piace all'UE. Dove sarebbe la novità?"
Il direttore di Ticino Turismo: "Vogliamo aprirci o chiuderci all’altro? Vogliamo davvero che i visitatori aumentino? Se sì, siamo disposti ad accoglierli senza storcere il naso? Se riusciremo a riaffermare valori come l’identità turistica e la cultura dell’accoglienza, allora davvero avremo vinto la partita"
Il consigliere nazionale UDC: "Si tratta dei tetti massimi e dei contingenti. Regole ben note alla nostra economia in quanto in vigore per diversi decenni in Svizzera prima dell'avvento della libera circolazione con i Paesi dell’UE e ancora in vigore con i Paesi detti terzi"
Il presidente del PS: "L’insieme dei fatti descritti, delle violazioni appurate e dei quesiti ancora aperti indica che la possibilità d’istituire una Commissione parlamentare d’inchiesta, così come affermato dalla Commissione della gestione lo scorso 19 settembre, va seriamente approfondita"
"Perché mai per chi lavora in Ticino il salario minimo di diritto dovrebbe calibrato, per principio etico, sull’autosufficienza individuale, quando appena oltre frontiera, dove una buona fetta dei lavoratori peraltro risiede, per campare bisogna lavorare e convivere almeno in due, o di lavori farne due?"
Il deputato di Area Liberale: "Non c'entra l'ingenuità, o la furbizia, c'entra il cuore grande e generoso verso sé stessi per accettarsi imperfetti. Forza, la politica è il più alto esercizio e la più alta espressione di carità, e per chi la fa, prima di tutto è carità, pietà e misericordia verso sé stessi"
Il consigliere nazionale: "Un ministro ticinese non è una questione nostra, ma una necessità nazionale. È irrazionale insegnare a scuola, e ripeterlo a ogni 1° agosto, che la Svizzera integra le differenti culture e lingue nazionali, e che valorizza le minoranze, per poi trovare una scusa per escludere la minoranza italofona ad ogni vacanza in Governo"
  • Le più lette
Gallery
La vicepresidente del PLR: "Occorre lavorare per mantenere il potere d’acquisto generato, anche con l’introduzione di salari minimi, mettendo davvero i lavoratori su un piano di eguaglianza e riducendo la distorsione del potere d’acquisto determinato dai differenti costi della vita al di là e al di qua della frontiera"
Il deputato e presidente di Arealiberale ci scrive: "Il capitalismo (quello vero) agonizzante è vittima di una coincidenza, o forse anche no, cioè dell’alleanza tra finanza liberista (destra) e l’anarchia dei costumi (sinistra). Gli uni hanno saccheggiato il mercato, gli altri i valori"
La giornalista Nicoletta Barazzoni alla luce della sua esperienza di docenza, cita il pedagogista Alexander Sutherland Neill: "A nulla servono i nostri precetti morali se non a produrre angoscia e ad accrescere l'infelicità nell'infanzia"
Il deputato: "È con strumenti di pianificazione del territorio che dobbiamo lavorare per cercare di recuperare alberghi storici in posizioni pregiate evitando nuovi letti freddi"
Nicoletta Barazzoni: "Speriamo che questa iniziativa perduri negli anni, e magari anche oltre il periodo festivaliero. Perché questa è la dimostrazione che abbiamo bisogno di spazi aggregativi di questo livello. Di qualità". GUARDA LE FOTO
Il deputato: "Il Lago è stato dimenticato forse anche a causa dalla convenzione che attribuisce il servizio sul Verbano all’Italia. Ma i problemi erano noti da tempo e la scadenza della concessione a fine 2016 pure"
Il presidente del PS: "Adesso la strada è spianata per realizzare l’iniziativa “Salviamo il lavoro in Ticino”, accettata dai Ticinesi nel 2015. Il PS ribadisce con forza la necessità d’introdurre, senza più tergiversare, un minimo salariale di almeno 3'750 franchi"