Milan
3
Empoli
0
2. tempo
(0-0)
Wil
1
Losanna
1
fine
(0-0)
Berna
3
Davos
4
fine
(0-0 : 1-3 : 2-1)
Friborgo
3
Ambrì
1
fine
(1-0 : 1-0 : 1-1)
Lakers
2
Ginevra
4
fine
(1-1 : 0-2 : 1-1)
Losanna
5
Zugo
2
fine
(1-0 : 4-0 : 0-2)
Zurigo
5
Lugano
0
fine
(0-0 : 3-0 : 2-0)
Bienne
3
Langnau
3
rigori
(1-1 : 1-1 : 1-1 : 0-0 : 0-0)
Olten
4
Visp
1
fine
(0-0 : 2-1 : 2-0)
La Chaux de Fonds
5
Zugo Academy
3
3. tempo
(0-0 : 0-2 : 5-1)
Langenthal
2
Kloten
2
rigori
(0-2 : 0-0 : 2-0 : 0-0 : 0-0)
Ajoie
5
Turgovia
3
fine
(1-1 : 0-0 : 4-2)
Milan
SERIE A
3 - 0
2. tempo
0-0
Empoli
0-0
1-0 PIATEK KRZYSZTOF
49'
 
 
2-0 KESSIE FRANCK
51'
 
 
 
 
55'
DI LORENZO GIOVANNI
3-0 CASTILLEJO SAMU
67'
 
 
CALHANOGLU HAKAN
71'
 
 
49' 1-0 PIATEK KRZYSZTOF
51' 2-0 KESSIE FRANCK
DI LORENZO GIOVANNI 55'
67' 3-0 CASTILLEJO SAMU
71' CALHANOGLU HAKAN
The goal on 10th and 78th minute for AC MILAN was cancelled on VAR rule.Venue: San Siro.
Turf: Desso GrassMaster (Surface composed of natural grass combined with artificial fibres).
Capacity: 80,018.
History: 14W-8D-3W.
Goals: 42-18.
Age: 26,5-26,7.
Sidelined Players: AC MILAN - Suso (Yellow card suspension), Pepe Reina (Muscle), Giacomo Bonaventura (Knee).
EMPOLI - Lorenzo Polvani (Cruciate Ligament Rupture).
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 22:15
Wil
CHALLENGE LEAGUE
1 - 1
fine
0-0
Losanna
0-0
1-0 CORTELEZZI SERGIO
66'
 
 
 
 
75'
1-1 DOMINGUEZ MAXIME
66' 1-0 CORTELEZZI SERGIO
DOMINGUEZ MAXIME 1-1 75'
Venue: IGP Arena.
Turf: Natural.
Capacity: 6,958.
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 22:15
Berna
LNA
3 - 4
fine
0-0
1-3
2-1
Davos
0-0
1-3
2-1
 
 
26'
0-1 LINDGREN
 
 
36'
0-2 LINDGREN
1-2 KAMPF
37'
 
 
 
 
39'
1-3 NYGREN
2-3 BLUM
51'
 
 
 
 
55'
2-4 RODIN
3-4 RUEFENACHT
60'
 
 
LINDGREN 0-1 26'
LINDGREN 0-2 36'
37' 1-2 KAMPF
NYGREN 1-3 39'
51' 2-3 BLUM
RODIN 2-4 55'
60' 3-4 RUEFENACHT
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 22:15
Friborgo
LNA
3 - 1
fine
1-0
1-0
1-1
Ambrì
1-0
1-0
1-1
1-0 LHOTAK
7'
 
 
2-0 LHOTAK
22'
 
 
3-0 MARCHON
58'
 
 
 
 
59'
3-1 HOFER
7' 1-0 LHOTAK
22' 2-0 LHOTAK
58' 3-0 MARCHON
HOFER 3-1 59'
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 22:15
Lakers
LNA
2 - 4
fine
1-1
0-2
1-1
Ginevra
1-1
0-2
1-1
 
 
7'
0-1 FRITSCHE J.
1-1 WELLMAN
8'
 
 
 
 
26'
1-2 TOMMERNES
 
 
33'
1-3 SIMEK
 
 
54'
1-4 FRANSSON
2-4 NEFF
60'
 
 
FRITSCHE J. 0-1 7'
8' 1-1 WELLMAN
TOMMERNES 1-2 26'
SIMEK 1-3 33'
FRANSSON 1-4 54'
60' 2-4 NEFF
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 22:15
Losanna
LNA
5 - 2
fine
1-0
4-0
0-2
Zugo
1-0
4-0
0-2
1-0 GENAZZI
4'
 
 
2-0 LEONE
24'
 
 
3-0 KENINS
26'
 
 
4-0 VERMIN
37'
 
 
5-0 JEFFREY
39'
 
 
 
 
57'
5-1 ZGRAGGEN
 
 
59'
5-2 SIMION
4' 1-0 GENAZZI
24' 2-0 LEONE
26' 3-0 KENINS
37' 4-0 VERMIN
39' 5-0 JEFFREY
ZGRAGGEN 5-1 57'
SIMION 5-2 59'
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 22:15
Zurigo
LNA
5 - 0
fine
0-0
3-0
2-0
Lugano
0-0
3-0
2-0
1-0 HOLLENSTEIN
24'
 
 
2-0 SUTER
27'
 
 
3-0 HERZOG
30'
 
 
4-0 BACHOFNER
46'
 
 
5-0 PETTERSSON
53'
 
 
24' 1-0 HOLLENSTEIN
27' 2-0 SUTER
30' 3-0 HERZOG
46' 4-0 BACHOFNER
53' 5-0 PETTERSSON
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 22:15
Bienne
LNA
3 - 3
rigori
1-1
1-1
1-1
0-0
0-0
Langnau
1-1
1-1
1-1
0-0
0-0
1-0 POULIOT
4'
 
 
 
 
8'
1-1 ELO
 
 
28'
1-2 GUSTAFSSON
2-2 TSCHANTRE
34'
 
 
3-2 SATARIC
47'
 
 
 
 
48'
3-3 BERGER
4' 1-0 POULIOT
ELO 1-1 8'
GUSTAFSSON 1-2 28'
34' 2-2 TSCHANTRE
47' 3-2 SATARIC
BERGER 3-3 48'
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 22:15
Olten
LNB
4 - 1
fine
0-0
2-1
2-0
Visp
0-0
2-1
2-0
 
 
21'
0-1 VAN GUILDER
1-1 MADER
32'
 
 
2-1 TRUTTMANN
35'
 
 
3-1 TRUTTMANN
53'
 
 
4-1 GERVAIS
60'
 
 
VAN GUILDER 0-1 21'
32' 1-1 MADER
35' 2-1 TRUTTMANN
53' 3-1 TRUTTMANN
60' 4-1 GERVAIS
Game 1.
EHC OLTEN leads series 1-0.
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 22:15
La Chaux de Fonds
LNB
5 - 3
3. tempo
0-0
0-2
5-1
Zugo Academy
0-0
0-2
5-1
 
 
26'
0-1 LEUENBERGER
 
 
40'
0-2 BOUGRO
1-2 STAMPFLI
42'
 
 
2-2 AUGSBURGER
47'
 
 
3-2 AUGSBURGER
49'
 
 
4-2 STAMPFLI
56'
 
 
 
 
57'
4-3 HABERSTICH
5-3 WETZEL
57'
 
 
LEUENBERGER 0-1 26'
BOUGRO 0-2 40'
42' 1-2 STAMPFLI
47' 2-2 AUGSBURGER
49' 3-2 AUGSBURGER
56' 4-2 STAMPFLI
HABERSTICH 4-3 57'
57' 5-3 WETZEL
Game 1.
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 22:15
Langenthal
LNB
2 - 2
rigori
0-2
0-0
2-0
0-0
0-0
Kloten
0-2
0-0
2-0
0-0
0-0
 
 
2'
0-1 FUGLISTER
 
 
12'
0-2 SUTTER
1-2 WYSS
48'
 
 
2-2 KELLY
56'
 
 
FUGLISTER 0-1 2'
SUTTER 0-2 12'
48' 1-2 WYSS
56' 2-2 KELLY
Game 1.
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 22:15
Ajoie
LNB
5 - 3
fine
1-1
0-0
4-2
Turgovia
1-1
0-0
4-2
1-0 DEVOS
9'
 
 
 
 
12'
1-1 RYAN
 
 
44'
1-2 FUHRER
2-2 HAUERT
47'
 
 
3-2 DEVOS
50'
 
 
 
 
51'
3-3 FUHRER
4-3 JOGGI
55'
 
 
5-3 HAZEN
60'
 
 
9' 1-0 DEVOS
RYAN 1-1 12'
FUHRER 1-2 44'
47' 2-2 HAUERT
50' 3-2 DEVOS
FUHRER 3-3 51'
55' 4-3 JOGGI
60' 5-3 HAZEN
Game 1.
HC AJOIE leads series 1-0.
Ultimo aggiornamento: 22.02.2019 22:15
Filtra per

Regione Luganese Locarnese Bellinzonese Mendrisiotto Valle di Blenio
Categoria Ballando Cinema Musica Manifestazioni Altro Teatro Arte Sport
Ballo liscio
La balera , Camignolo
21.00

Con l’orchestra Mike e i Simpatici.

LuogoLa balera
Indirizzo / ViaAlla chiesa , Camignolo
Woodstock-Rassegna Musica e Cinema Circolo del Cinema
GranRex, Locarno
Ore 20

Woodstock (Usa 1970)

Regia, soggetto e sceneggiatura: Michael Wadleigh
Assistenti: Martin Scorsese e Thelma Schoonmaker   
Tecnico del suono: Eddie Kramer  
Montaggio: Thelma Schoonmaker, Martin Scorsese, Michael Wadleigh Produttore: Bob Maurice  
Fotografia: Malcom Hart, Don Lenzer, Richard Pearce, Michael Wadleigh 

Documentario Musicale  - V.o. Inglese/i  Director’s cut: 224’

50 anni Woodstock: il più leggendario festival di tutti i tempi festeggia 50 anni. E‘ stato il culmine del movimento Flower-Power della cultura Hippie, ma anche il capolinea della speranza che con il Rock si potesse cambiare il mondo: il Festival di Woodstock, tre giorni di amore, pace e musica. Doveroso ricordare che a quei tempi gli Stati Uniti erano impegnati nella guerra del Vietnam e dovevano ancora assorbire lo choc per gli assassini di John e Robert Kennedy, di Malcom X e Martin Luther King e nel mondo era ancora fresca la rivolta del maggio ‘68. Il raduno ebbe inizio il 15 agosto 1969 con il cantante Folk Richie Havens (Freedom) e si concluse il 18 agosto quando il gruppo del geniale Jimi Hendrix rimandò sulla strada di casa gli spettatori con la sua Hey Joe. Tre giorni con tanta musica nel segno dell’amore e della pace su una superficie di 2,4 chilometri quadrati di un’area privata a Bethel nello stato di New York. Mezzo milione di appassionati si recarono all’evento, l’unico rimasto indimenticato fino ad oggi. Furono 32 tra gruppi e artisti solisti a calcare il palco, proponendo Folk, Rock, Psichedelia, Blues e Country music, tra i quali occorre ricordare il già citato Jimi Hendrix, i Ten Years After, Carlos Santana, i Canned Heat, i Greatful Dead, i Mountain, la Creedence Clearwater Revival, Janis Joplin e gli Who. Oltre a catturare la maggior parte dei gruppi e dei musicisti esibitisi durante la tre giorni (i Grateful Dead, “strafatti” e convinti di aver suonato male, hanno ottenuto che la loro “performance” non fosse inserita nel documentario), i momenti precedenti (l’arrivo della marea di gente, le colonne chilometriche di macchine variopinte, la reazione degli abitanti della zona), la vita all’interno del parco (compreso il famoso “bagno di fango”) e le ore successive al grande evento (dichiarazione di “zona sinistrata”, ritorno a casa), il film resta una preziosa ed imprescindibile testimonianza di un periodo storico (la fine degli anni ’60), che sembrava potesse cambiare il mondo sull’onda del motto Love, peace and music. A posteriori, come detto, Woodstock, che sembrava porre le basi per questo “nuovo mondo”, non è altro che il canto del cigno del movimento Hippie, fagocitato subito dopo dal sistema capitalistico, l’industria discografica nella fattispecie, pronta a sfruttare l’enorme potenziale economico indotto dal Rock. A testimoniare la fine del “Flower power” anche i disordini che scoppiarono regolarmente in quasi tutti i grandi raduni successivi, un esempio per tutti l’Isola di Wight nel 1970.

 


                                                          

 

 

50 anni Woodstock: il più leggendario festival di tutti i tempi festeggia 50 anni.

E‘ stato il culmine del movimento Flower-Power della cultura Hippie, ma anche il capolinea della speranza che con il Rock si potesse cambiare il mondo: il Festival di Woodstock, tre giorni di amore, pace e musica. Doveroso ricordare che a quei tempi gli Stati Uniti erano impegnati nella guerra del Vietnam e dovevano ancora assorbire lo choc per gli assassini di John e Robert Kennedy, di Malcom X e Martin Luther King e nel mondo era ancora fresca la rivolta del maggio ‘68. Il raduno ebbe inizio il 15 agosto 1969 con il cantante Folk Richie Havens (Freedom) e si concluse il 18 agosto quando il gruppo del geniale Jimi Hendrix rimandò sulla strada di casa gli spettatori con la sua Hey Joe. Tre giorni con tanta musica nel segno dell’amore e della pace su una superficie di 2,4 chilometri quadrati di un’area privata a Bethel nello stato di New York. Mezzo milione di appassionati si recarono all’evento, l’unico rimasto indimenticato fino ad oggi. Furono 32 tra gruppi e artisti solisti a calcare il palco, proponendo Folk, Rock, Psichedelia, Blues e Country music, tra i quali occorre ricordare il già citato Jimi Hendrix, i Ten Years After, Carlos Santana, i Canned Heat, i Greatful Dead, i Mountain, la Creedence Clearwater Revival, Janis Joplin e gli Who. Oltre a catturare la maggior parte dei gruppi e dei musicisti esibitisi durante la tre giorni (i Grateful Dead, “strafatti” e convinti di aver suonato male, hanno ottenuto che la loro “performance” non fosse inserita nel documentario), i momenti precedenti (l’arrivo della marea di gente, le colonne chilometriche di macchine variopinte, la reazione degli abitanti della zona), la vita all’interno del parco (compreso il famoso “bagno di fango”) e le ore successive al grande evento (dichiarazione di “zona sinistrata”, ritorno a casa), il film resta una preziosa ed imprescindibile testimonianza di un periodo storico (la fine degli anni ’60), che sembrava potesse cambiare il mondo sull’onda del motto Love, peace and music. A posteriori, come detto, Woodstock, che sembrava porre le basi per questo “nuovo mondo”, non è altro che il canto del cigno del movimento Hippie, fagocitato subito dopo dal sistema capitalistico, l’industria discografica nella fattispecie, pronta a sfruttare l’enorme potenziale economico indotto dal Rock. A testimoniare la fine del “Flower power” anche i disordini che scoppiarono regolarmente in quasi tutti i grandi raduni successivi, un esempio per tutti l’Isola di Wight nel 1970.

LuogoGranRex
Indirizzo / ViaPiazza Grande, Locarno
Info0792302593
Prezzo12 CHF
Sito webVai al sito
musica dal vivo
Caffè Bar Festival, Locarno
Ore 19.30

THE JUMPSTOMPERS

rockin' rhythm & swinging blues

LuogoCaffè Bar Festival
Indirizzo / Viavia Balli 2, Locarno
Info0917521259
Carnevale Sciavatt & Gatt
Capannone, Cugnasco
Ore 19

Carnevale Sciavatt & Gatt Cugnasco-Gerra

Venerdì 22 febbraio 2019

Ore 19.00

polenta e spezzattino o merluzzo CHF 15.--

polenta e gorgonzola CHF 10.--

gnocchi al sugo CHF 10.--

La serata continuerà in compagnia dell'orchestra Bandalarga Dance Band

Entrata libera

 

LuogoCapannone
Indirizzo / ViaCugnasco
Info0792094508
EtàPer tutti
Serata danzante con Alida e la band.
Il Tombolone, Bellinzona
Ore 21
LuogoIl Tombolone
Indirizzo / ViaVia S.Gottardo 102a, Bellinzona
Info0796812044
Carnevale Buascin Vezia
Palestra scuola elementare, Vezia
Ore 12

Care Buascine e Cari Buascini,
Siamo particolarmente felici di potervi invitare alla 49ma edizione del carnevale di Vezia. Quest’anno abbiamo nuovamente il piacere di accogliervi nella palestra delle scuole elementari del nostro bel comune. visto il successo dell’anno scorso anche nel 2019 il carnevale si svolgerà su 2 giorni di grande festa e allegria. venerdì inizieremo con gli eventi dedicati ai nostri bambini. a inizio serata vi attendiamo per la raclette, a seguire la tombola con ricchissimi premi e balli per tutti. Il sabato ascolteremo la famosa guggen sbaodaurecc di piotta, prima di mangiare il nostro famoso e squisito risotto. La sfilata delle mascherine non potrà mancare. a seguire estrarremo i premi della nostra riffa, quest’anno i premi saranno particolarmente interessanti. Vi aspettiamo numerosi. parola d’ordine: tantissimo divertimento!

LuogoPalestra scuola elementare
Indirizzo / ViaVezia
PeriodoDal 22.02.2019 al 23.02.2019
GiorniVe Sa
Info0797729247
EtàPer tutti
Facebook Vai al link di facebook
Un dì in Pretüra
Sala Congressi, Muralto
Ore 20.30

Il duo comico fratelli Claudio e Andrea Rossi si cimenta con un nuovo spettacolo dialettale. Un dì in Pretüra è la storia di un poveraccio alle prese con la giustizia: davanti al Pretore cercherà di giustificare i fatti imputati, con innumerevoli doppisensi, colpi di scena e botta e risposta assolutamente divertenti come i fratelli Rossi sanno fare. 

LuogoSala Congressi
Indirizzo / ViaMuralto
Prezzo20 CHF
EtàPer tutti
Mark Peterson - Live
Murrayfield Pub, Chiasso
22.00

Sul palco del Murrayfield pub di Chiasso Mark Peterson, compositore, bassista, cantante e produttore di New York. Grazie alle sue eccezionali doti tecniche che fanno di lui uno dei bassisti più ricercati nel jazz, nel Blues, nel Soul e anche nel Pop
In oltre 20 anni di esperienza in studio di registrazione e in tournée, ha potuto collaborare con tantissimi artisti di calibro internazionale, tra i quali Shakira, Stevie Wonder, Cirque Du Soleil, Janet Jackson, Tom Scott, Clark Terry, James Blood Ulmer, Ornette Coleman, Nick Cave, Gloria Gaynor, Cassandra Wilson, Vernon Reid (tanto per citarne alcuni....la lista é incredibilmente lunga...)
Nella sua carriera ha ricevuto anche importanti riconoscimenti, tra i quali due Grammy Awards, uno con Cassandra Wilson e uno con James “Blood” Ulmer. Ha inoltre prodotto le colonne sonore di film, documentari e serie televisive di successo.
In questa sua unica tappa ticinese presenterà uno spettacolo Soul Blues Funk con varie sfumature, accompagnato dal chitarrista e cantante Andrea De Luca e dal batterista Jacopo Coretti.

LuogoMurrayfield Pub
Indirizzo / ViaVia Favre 5, Chiasso
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
giochi di società
la soffitta del libro, Ludiano
20.30

L'associazione Libera il Libro Serravalle organizza delle serata di Giochi di Società per gli appassionati dei giochi da tavola. L'entrata è gratuita e non è necessario iscriversi. Maggiori informazioni: Doriana 079 758 50 04

Luogola soffitta del libro
Indirizzo / Viaex casa comunale, Ludiano
Info0766791073
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Nero-Bianco sculture -bassorilievi di Paolo Di Capua e Antonio Tabet
Areapangeart centro culturale Camorino, Camorino
Ore 19

 Nero-Bianco” di Paolo Di Capua e Antonio Tabet. Esposizione curata da Loredana Müller, presentaRosa Pierno, suoni in saladi Daniele Christen. 

Inaugurazione alle ore 19, un’esposizione da non perdere: Antonio Tabet e Paolo Di Capua effettueranno un dialogo in Nero e Bianco fra bassorilievi e sculture. Una lirica logica anima il legno, che è il materiale in cui entrambi gli artisti hanno realizzato le loro opere, le quali creano uno spazio in cui, in un ovattato quanto misterioso silenzio, sensibilità e matematica s’incontrano senza contraddizioni.
Antonio Tabet, utilizzando linee rette e curve, attenendosi strettamente al colore originale del materiale (ocra o grigio/nero), combina gli elementi piani, che compone secondo gli incastri progettati, i quali gli consentono di ottenere oggetti volumetrici. Gli elementi appartengono a una serie chiusa, ove ciascun elemento deve essere montato esclusivamente in una predeterminata posizione. Le opere ci appaiono come forme del movimento. Movimenti mentali, percettivi, affettivi, ma anche paradossali, poiché il moto di queste opere è di fatto bloccato, la forma è compiuta, eppure alcune strutture sembrano ruotare affette da un moto vorticoso. Quello a cui Tabet cerca di dare forma, a partire da un elemento-costola tramite la rotazione, è una relazione con lo spazio, relazione che non si lascia pensare nella dimensione euclidea, ma in quella artistica. Nelle opere di Paolo Di Capua artista romano , troviamo una forte esigenza di ordine sistematico, riflessivo, strutturale. Lo sviluppo in serie è testimone di un processo in fieri dove si valutano i diversi effetti compositivi degli elementi scelti (quasi un abaco) nelle diverse relazioni che intrattengono, al fine di ottenerne valenze semantiche, oltre che iconiche, diverse. Tale operazione analitica sul linguaggio visivo ottiene, tramite, appunto, l’utilizzo dei singoli elementi aggregati, di volta in volta, in maniera diversa, l’articolazione di un sistema: tutta l’attenzione va alle relazioni interne che le unità stabiliscono nell’opera. Sul crinale formato dai versanti della coppia determinato/indeterminato si gioca l’invito al fruitore, chiamato a interpretare gli elementi assemblati in configurazioni diverse e lo svolgersi della serie “Ho messo bianco su bianco”. Ad areapangeart si susseguono, inoltre, i lunedì di programma: il 28 febbraio per gli incontri di “acquapoetica” condotti da Gilberto Isella sarà presente Rita Iacomino , poeta attiva a Roma . Seguiranno due concerti, il 18 marzo , Aska violinista giapponese suona con Carlos Buschini al basso elettrico . Il 1 aprile Daniel Christen , il quale ha generato i suoni in sala in dialogo con lle opere esposte, assieme a Santos S grò dedicheranno all’esposizione e al suo materiale, il legno, un concerto tra sintetizzatori e percussioni. Lunedì 8 aprile Werner Weick assieme a Andrea Andriotti presenterà un nuovo ciclo di suoi film "Apocalisse" e “La visione della fine" . Per concludere l'esposizione, gli artisti della mostra “Nero-Bianco” saranno nuovamente con noi, il 15 aprile , in una conferenza, moderati dalla storica dell'arte Rosa Pierno .


Per le serate è necessario prenotare dato il numero contenuto di posti ai numeri telefonici


0763380967 o 0918573979, oppure tramite un Email a loredanamuller@bluewin.ch


Antonio Tabet, nato nel 1935 .Dal1972 grafico a Milano (Unimark International, Pirelli)
1972-2000 direttore artistico della Banca del Gottardo (Lugano) Dal 2000 artista indipendente.


Paolo Di Capua, nato nel 1957. Dal 1976 al 1981 ha frequentato i Corsi di Architettura e Storia dell'Arte presso l'Università Nazionale della Sapienza ed il Corso dell'Istituto Europeo del Design a Roma. Nel 1985 si è diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Roma. E’ stato allievo dello scultore Lorenzo Guerrini. Dal 1983 ha soggiornato a Pietrasanta dove ha realizzato parte delle sue opere in pietra. Dall'inizio degli anni '80 ha tenuto mostre personali e collettive in Italia, Spagna, Germania, Corea del sud, U.S.A. e Cina.

 www.areapangeart.ch Ai Casgnò 11a - 6528 Camorino tel 0918573979-0763380967 loredanamuller@bluewin.ch

 

 



LuogoAreapangeart centro culturale Camorino
Indirizzo / ViaAi Casgnò 11a 6528 Camorino-Bellinzona, Camorino
PeriodoDal 18.02.2019 al 15.04.2019
GiorniTutti i giorni
Info0918573979
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Silvano Repetto, performance inutili
De Primi Fine Art, Lugano
Ore 9

La De Primi Fine Art di Lugano è lieta di annunciare la mostra Silvano Repetto, Performance Inutili. Artista che ama giocare con l'arte come un saltimbanco, Silvano Repetto presenta le sue performance, da lui stesso definite inutili, come attimi di vita quotidiana rivoltati con un pizzico di follia e poesia. Similmente ad un artista circense, ci accompagna nel suo mondo visionario, senza la volontà di fornire interpretazioni intellettuali. Visioni giocose nate da un’ispirazione repentina vengono fermate tramite immagini scattate d’istinto, spesso con mezzi di fortuna. Repetto con il suo gioco artistico desidera creare stupore nello spettatore, riportandolo per un attimo all’innocenza dell’infanzia. Artista che si muove tra la performance, i multimedia e i mezzi artistici più tradizionali, ha ricevuto numerosi riconoscimenti e le sue opere formano parte di svariate collezioni internazionali. Lavora anche quale regista e produttore.

LuogoDe Primi Fine Art
Indirizzo / ViaPiazza Cioccaro 2, 3° piano, Lugano
PeriodoDal 15.02.2019 al 08.03.2019
GiorniLu Ma Me Gi Ve
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Temptation Blocker
la rada, Locarno
Ore 18

L'esposizione collettiva Temptation Blocker cercherà di sfuggire la tentazione sempre presente (almeno fuori dalle metropoli) di cadere nel gusto tradizionale e nel decorativo. 

Temptation Blocker è un software che permette di sfuggire alle proprie ossessioni, bloccando visualizzazione e uso di ogni contenuto digitale ad esse riferibile, che si tratti di una celebrity, di un gioco, di un vizio e così via. Per noi una predisposizione culturale della provincia è esporre ciò che è atteso, consueto e non inusitato, per cui in questo show i sei artisti scelti, provenienti da ogni polo cardinale della Svizzera, cercheranno di stupire il pubblico e di colpire la percezione comune del buon gusto.

Le opere andranno da sculture e installazioni eterodosse – ambito che il curatore ama frequentare – a video di animazione (Bertold Stallmach), bassorilievi e opere bidimensionali, nel caso di Eric Philippoz, che realizzerà anche una performance nel corso dell’inaugurazione, la sera di venerdì 8 febbraio dalle ore 18 in poi, con ingresso libero.

I materiali impiegati saranno molteplici: dalle ceramiche che giocano a mimetizzarsi di Karin Kurzmeyer, ai funghi tropicali di Byron Gago, passando per i materiali poveri impiegati di norma da Valentina Minnig e per ciò con cui vorrà stupirci Tobias Madison, all’interno della sua vasta produzione.

Oggetti e linguaggi del consumo di massa saranno trasfigurati, senza temere esiti kitsch, e vi saranno contaminazioni con culture di paesi lontani e usi più vicini al mito, che al vero, come lo sciamanesimo. Ma anche immagini e costumi tradizionali della nostra Svizzera troveranno una rilettura pungente.

Questa volta la rada desidera offrire al pubblico qualcosa di fantasmagorico: una nuova interpretazione del grottesco e della visionarietà, tema frequente nella ricca produzione elvetica di arte, oggi.

 


Vi abbiamo tentato e volete venire a vedere la mostra?

Dopo la lunga serata inaugurale, essa sarà aperta dal giovedì al sabato dalle 14 alle 19, con ingresso libero, e su appuntamento tutti i giorni, anche festivi e durante il carnevale, in via della Morettina 2, a Locarno.

Per informazioni e appuntamenti: riccardo.lisi@larada.ch | +41 76 4391866 | +39 320 4866373.

Luogola rada
Indirizzo / Viavia della Morettina 2, Locarno
PeriodoDal 08.02.2019 al 09.03.2019
GiorniVe Sa
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Da Magatti a Fra Roberto - Mostra di opere d'arte dalla collezione comunale
Sala del Torchio, Balerna
Ore 18

“Da Magatti a Fra Roberto” inaugurazione della mostra d'opere d'arte dalla collezione comunale. Interventi di: Dr. Nicola Fattorini (capo Dicastero cultura), Avv. Luca Pagani (sindaco), Dalmazio Ambrosioni (scrittore e critico d'arte). Mostra a cura di Campi d'Arte, Balerna. Seguirà rinfresco.

La mostra sarà visibile fino al 24 febbraio. Me-do 14-18, con entrata gratuita.

LuogoSala del Torchio
Indirizzo / ViaVia Carlo Silva 2, Balerna
PeriodoDal 02.02.2019 al 24.02.2019
GiorniMe Gi Ve Sa Do
EtàPer adulti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Corsi di nuoto invernali 2018/2019 presso Nuoto Sport Locarno
Centro sportivo nazionale della gioventù, Tenero
14.00

I corsi si svolgono presso le piscine di:

  • - Minusio (Scuola Vignascia) il lunedì ed il giovedì,
  • - Ascona (Collegio Papio) il mercoledì,
  • - Brissago (Clinica Hildebrand) il venerdì,
  • - Gerra Piano (CPE) il mercoledì.

Per maggiori informazioni potete consultare il nostro sito web (sezione CORSI), vedi link sotto, contattarci al nostro indirizzo e-mail: corsi@nuotosportlocarno.ch , oppure al numero 079/207.14.65.

 

LuogoCentro sportivo nazionale della gioventù
Indirizzo / ViaVia Brere , Tenero
PeriodoDal 10.09.2018 al 31.05.2019
GiorniLu Ma Me Gi Ve
Età4 anni e +
Sito webVai al sito
News e approfondimenti Ticino
© 2019 , All rights reserved