Genoa
2
Lazio
3
fine
(0-1)
Aarau
SC Kriens
15:00
 
Genoa
SERIE A
2 - 3
fine
0-1
Lazio
0-1
 
 
2'
0-1 MARUSIC ADAM
 
 
20'
LEIVA LUCAS
MASIELLO ANDREA
28'
 
 
 
 
51'
0-2 IMMOBILE CIRO
1-2 CASSATA FRANCESCO
57'
 
 
SOUMAORO ADAMA
70'
 
 
 
 
71'
1-3 CATALDI DANILO
 
 
75'
STRAKOSHA THOMAS
2-3 CRISCITO DOMENICO
90'
 
 
MARUSIC ADAM 0-1 2'
LEIVA LUCAS 20'
28' MASIELLO ANDREA
IMMOBILE CIRO 0-2 51'
57' 1-2 CASSATA FRANCESCO
70' SOUMAORO ADAMA
CATALDI DANILO 1-3 71'
STRAKOSHA THOMAS 75'
90' 2-3 CRISCITO DOMENICO
Venue: Stadio Luigi Ferraris.
Turf: Natural.
Capacity: 36,685.
Ultimo aggiornamento: 23.02.2020 14:31
Aarau
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
15:00
SC Kriens
Ultimo aggiornamento: 23.02.2020 14:31
Archivio
13.06.2014 - 15:070

Bertoli e la Nazionale multietnica, Quadri: "Il solito squallido leitmotiv della sinistra"

Dura risposta del Consigliere Nazionale leghista al presidente del Consiglio di Stato: "Forse l'auspicio di Bertoli è che un domani anche la maggioranza della Svizzera sia composta da persone straniere o di origine straniera"

BELLINZONA - Scontro in salsa politco-calcistica sul Mondiale brasiliano. Al centro, naturalmente, la Nazionale Svizzera. Da una parte Manuele Bertoli e il suo elogio della squadra multietnica (leggi articolo correlato). Dall'altra il Consigliere Nazionale leghista Lorenzo Quadri che entra in takle sulle tesi del presidente del Consiglio di Stato. Bertoli, stamane, sulle colonne della Regione aveva lodato la nostra Nazionale composta da giocatori di origini diverse: "Scorro l’elenco dei nostri alfieri e di nuovo mi emoziono nella lettura di tutti quei nomi e di quei cognomi che cantano il successo dell’incontro tra le genti, dei percorsi felici e arricchenti di famiglie di origini lontane tra di loro che hanno saputo viaggiare, fuori e dentro di sé, aprendosi al mondo. Questa è la Svizzera che mi piace, la Svizzera reale per cui mi sento di impegnarmi senza riserve anche nel mio lavoro quotidiano, in cui credo e sotto la cui bandiera so esprimere la mia felicità e il mio orgoglio". "Siamo al solito politicamente corretto nella sua forma più banale all'insegna dello spalancamento delle frontiere. Ancora una volta ci viene insomma riproposto lo squallido leitmotiv della sinistra che francamente ha un po' rotto le scatole. Inoltre Bertoli usa toni da romanzetto d'appendice ottocentesco per giunta particolarmente lacrimoso. Contento lui...". Parole di Lorenzo Quadri, raggiunto da Liberatv per una reazione a quanto scritto dal ministro socialista. Calcio o non calcio, insomma, Quadri, da sempre in prima linea nella battaglia contro il multiculturalismo, tira dritto per la sua strada. D'altra parte questo genere di polemica non è certo nuova. Tutti ricordano ancora il duro scontro politico che nacque dopo la prima pagina del Mattino dedicata alla tematica, quando il foglio leghista titolò "Troppi neri in nazionale". "Non mi esprimo sulla composizione della Nazionale svizzera - replica Quadri - perché non sono un esperto di calcio. Il fatto però che la Nazionale sia largamente composta da giocatori di origine straniera, debba essere motivo di vanto e di gioia, mi pare quantomeno discutibile. Forse l'auspicio di Bertoli è che un domani anche la maggioranza della Svizzera sia composta da persone straniere o di origine straniera. Quindi un'ultima stoccata: "Bertoli sfrutta il Mondiale in maniera pretestuosa per fare politica attraverso la morale a senso unico della sinistra. Con questo articolo il presidente del Governo dimostra ancora una volta la sua contrarietà contro qualsiasi limitazione dell'immigrazione di massa. Al contrario di quel che pensano il 70% dei ticinesi. Quelle di Bertoli sono dunque affermazioni perlomeno incaute. E non è la prima volta che accade".
Potrebbe interessarti anche
News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved