ULTIME NOTIZIE Archivio
Nuvolari
1 mese
Lugano e la Formula E, un amore troppo acerbo. Gabriele Testi: "Ma il sindaco Marco Borradori, la Città e il Ticino hanno dato il là alla storia. Senza di loro non so se Zurigo ce l'avrebbe fatta"
Archivio
1 mese
Ritorno in Sardegna... Un breve viaggio con Riccardo Rossi nell'incanto di Piscinas, tra dune e mare, vini e cucina d'autore, dove un insediamento minerario è diventato un "ecoresort"
Nuvolari
6 mesi
Avviso ai naviganti... Usare anche per pochi metri la corsia di emergenza in caso di ingorghi può costarvi una condanna penale. E il Tribunale federale ribadisce e rafforza il tabù del sorpasso a destra: vietatissimo!
Archivio
6 mesi
Armando Dadò, la rivoluzione bloscevica e la Russia da Lenin a Putin: "Chi ha creduto in questa ideologia per convinzione, per conformismo o per convenienza, alla fine si è trovato di fronte alla realtà dei fatti e alla memoria di una catastrofe"
Nuvolari
6 mesi
Il mito delle vetture giapponesi che non si guastano mai... Giuseppe Loffredo racconta il mondo Mazda, il più piccolo costruttore indipendente al mondo. Una casa automobilistica che produce in modo sartoriale e che porta il nome di una divinità
Archivio
6 mesi
Mele marce... Bufera su Apple negli Stati Uniti: il colosso di Cupertino ha ammesso di allentare deliberatamente la performance dei vecchi iPhone tramite gli aggiornamenti. Così la gente compra un nuovo smartphone
Nuvolari
7 mesi
La fantastica tromba di Fabrizio Bosso accende di grande jazz il locale Daytona Diner del Centro moto Gardel. Davvero un grande concerto!
Nuvolari
16.02.2018 - 16:000
Aggiornamento 19.06.2018 - 15:41

Elogio del mitico Caravelle. Mette in vendita il suo 'van' dell'85 e gli dedica una 'poesia d'amore': "Da 0 a 100 in due settimane. Motore che quando dai gas stermini interi asili. Consumo e rumore di un Boeing in decollo. Ghiaccio e neve affrontabili sol

La curiosa inserzione di un ticinese: "A prova di incidente, è in grado di sbriciolare all'impatto qualunque auto plasticosa fabbricata dopo il 1990. Vendo solo ad appassionati masochisti, previa firma di un certificato d'adozione e di impegno a preservarne intatta la dignità, dato l'inspiegabile valore affettivo"

LUGANO - Sul sito tutti.ch è apparso in questi giorni un annuncio che merita un pezzo. Un utente del sito mette in vendita un van Volkswagen Carvelle del 1985, al prezzo di 8'000 franchi. Ma è la descrizione del mezzo, già di per sé mitico, che merita attenzione.

Il titolo è già tutto un programma: “Il tuo biglietto di sola andata per l’epicità”. E il testo è pura poesia, un elogio del mezzo degno del futurista Filippo Tommaso Marinetti, grande esteta della velocità e delle macchine.

E allora, spazio all’elogio del Caravelle, una vera e propria poesia d’amore: “Il mezzo si presenta con arroganza e ignoranza indomite: 2 tonnellate di autentico acciaio tedesco della Rhur, tenute insieme da kilometri di maschie saldature.

Nessuna presenza di elettronica, centraline, assistenze computerizzate, servocomandi e tutte quelle diavolerie che hanno trasformato una generazione di guidatori in rammolliti e pavidi mezzuomini: qui, anche solo per girare lo sterzo da fermo, devi aver fatto due anni di palestra e ti servono dei bicipiti che Lou Ferrigno lèvati.

Motore Euro -60, che quando dai gas stermini interi asili.
Se riesci ad accendere il motore (e devi essere uno che non si arrende), avrai l'emozione di essere avvolto da una nuvola bianca irrespirabile, che nemmeno Satana in persona mentre si fuma un Havana di mezzo metro.

Per cambiare marcia non devi mostrare nessuna incertezza: se la leva del cambio (un pezzo di ferro da 45 kg) percepisce in te il tarlo del dubbio, o se sbagli l'innesto di pochi millimetri, si pianta in seconda e ti tocca farti 400 km a 25 all'ora.

Da 0 a 100 in due settimane.

Il consumo e il rumore sono quelli di un Boeing 767 in decollo.
Oltre gli 80 kmh puoi solo gridare e sperare che il tuo vicino intuisca qualcosa.

La tenuta sul bagnato è quella di un orso.
Ubriaco.
Bendato.
Con la labirintite.
E i pattini.
Lanciato sulla discesa del Gottardo.

Ghiaccio e neve affrontabili solo previa benedizione mista, da parte di almeno 3 ministri di culto di religioni diverse.
Poderosi freni posteriori a tamburo garantiscono il brivido del rischio anche su fondo asciutto e a basse velocità.

Interamente riparabile a mano, in ogni sua parte, a chiunque provvisto di fucina e di nozioni elementari di metallurgia e di elettricità.
Le parti più lussuose sono fatte in autentica, rarissima plastica degli anni '80.

A prova di incidente, è in grado di sbriciolare all'impatto qualunque auto plasticosa fabbricata dopo il 1990, e con 4 martellate torna come nuovo.

Vendo solo ad appassionati masochisti, previa firma di un certificato d'adozione e di impegno a preservarne intatta la dignità, dato l'inspiegabile valore affettivo.

Ideale per amanti del rischio con la passione per il vintage.

Tags
mezzo
motore
poesia
elogio
neve
ghiaccio
boeing
vendita
consumo
stermini interi asili
© 2018 , All rights reserved