Coronavirus
12.08.2020 - 12:030

Il vaccino russo è "avventato, sconsiderato e ridicolo"

Un gruppo di esperti e ricercatori critica la mossa del governo russo: "Ridicolo concedere autorizzazioni con così pochi dati"

RUSSIA – La registrazione del vaccino russo anti-Covid-19 è da considerarsi "avventata, sconsiderata e basata su pochi dati", secondo un gruppo di esperti e ricercatori intervistati dalla rivista 'Nature'. La scelta, comunicata ieri dal presidente Vladimir Putin, preoccupa "in quanto non è prevista una sperimentazione su larga scala".

Per François Balloux, dello University College di Londra, si tratta di "una decisione avventata e incosciente. Fare vaccinazioni di massa con un vaccino non testato adeguatamente non è etico". Per il capo dell'Associazione delle organizzazioni per gli studi clinici in Russia Svetlana Zavidova "è ridicolo concedere delle autorizzazioni sulla base di questi dati".

 

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved