Coronavirus
18.10.2020 - 19:070

Un'altra quarantena di classe, questa volta al Centro professionale commerciale di Lugano

In seguito alla positività di due allievi appartenenti alla medesima classe del CPC di Lugano, scuola postobbligatoria, l’Ufficio del medico cantonale (UMC) ha valutato opportuno stabilire una quarantena di classe

LUGANO - Il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) e il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) comunicano che in seguito alla positività di due allievi della stessa classe del Centro professionale commerciale (CPC) di Lugano, è stata stabilita una quarantena di classe.

In seguito alla positività di due allievi appartenenti alla medesima classe del CPC di Lugano, scuola postobbligatoria, l’Ufficio del medico cantonale (UMC) ha valutato opportuno stabilire una quarantena di classe.

Fino al termine della quarantena, le lezioni per gli allievi direttamente coinvolti proseguono temporaneamente a distanza (tramite videolezioni e attività da casa), come previsto dalle indicazioni relative alle scuole professionali del Protocollo di quarantena di classe predisposto dal DECS. 

Per gli altri allievi dell’istituto e delle altre scuole professionali, non toccati dalla quarantena, l’attività scolastica continua normalmente in presenza. 

Si ricorda che a partire da lunedì 19 ottobre in tutte le scuole postobbligatorie cantonali (licei, scuola cantonale di commercio, scuole professionali) entra in vigore l'obbligo generalizzato di indossare la mascherina dentro e fuori l’istituto scolastico (in tutti gli spazi chiusi – aule, laboratori, ecc. – e nei sedimi esterni alla scuola), anche se si possono mantenere le distanze fisiche.

A tutela delle persone coinvolte, si invitano i media a non sollecitare gli operatori e gli allievi dell’istituto, rivolgendosi per maggiori informazioni unicamente al contatto sotto indicato.

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved