Quarto Potere
"Sa ciama Macron, l'è da quel muviment che sa ciama "En Marche!": cioè l'è vun che camina...". Lo strepitoso video commento di Reto Ceschi in dialetto sulle elezioni francesi. Boom di visualizzazioni sui social
Il direttore dell’informazione della RSI lo ha fatto seduto su una panchina di Parigi, subito dopo che i risultati del ballottaggio delle presidenziali francesi sono stati resi noti ieri seri. Una grande trovata ironica e autoironica. GUARDA IL VIDEO
PARIGI/COMANO - Il commento della vittoria di Emmanuel Macron su Marine Le Pen in dialetto. Il direttore dell’informazione della RSI Reto Ceschi lo ha fatto seduto su una panchina di Parigi, subito dopo che i risultati del ballottaggio delle presidenziali francesi sono stati resi noti ieri seri.

 

Il video è poi stato postato da Ceschi sui suoi canali social registrando un boom di visualizzazioni e condivisioni. Insomma una trovata ironica, ed autoironica, di quelle che piacciono e che di tanto in tanto ci stanno eccome. Soprattutto se a farla è un personaggio che siamo abituati a vedere negli abiti seri e imparziali del conduttore di 60 minuti.

 



Pubblicato il 08.05.2017 09:15

Guarda anche
Quarto Potere
"No Billag" conta i maggiori sostenitori tra i simpatizzanti dell'UDC (73%), ma non fa breccia è nella maggioranza di chi si dichiara vicino ad altri partiti. Il "no" alla modifica costituzionale raggiunge il 63% nella Svizzera romanda, il 57% nella Svizzera tedesca e il 58% nella Svizzera italiana
Quarto Potere
Un tema delicato, perché è di quelli che toccano la pancia dell’opinione pubblica, soprattutto in un momento in cui per molta gente arrivare alla fine del mese è un’impresa costante. E se ci si chiede di pagare 450 franchi all’anno di canone, la contropartita deve essere almeno la trasparenza su costi e salari
Quarto Potere
L’idea è buona, il risultato apprezzabile, ma bisogna lavorarci, come è del tutto normale per una nuova trasmissione. E fortunatamente ci sono il tempo, le risorse e le qualità per farlo. Oltre che la tranquillità fornita dai dati d’ascolto che consente di correggere con scelte non dettate dall’ansia da prestazione (ma non intervenire cullandosi nel riscontro del pubblico sarebbe un peccato capitale…)