Cronaca
Johann Schneider Amman dichiara guerra al turismo degli acquisti e Doris Leuthard fa la spesa in Italia? La Presidente della Confederazione sarebbe stata "beccata" al supermercato Unes di Maccagno
Lo scrive (con foto) il Giornale del Ticino, proprio nel giorno in cui il ministro PLR annuncia nuove misure per abbassare i prezzi con l'obbiettivo di scoraggiare la spesa oltre confine
LUGANO - Nel giorno in cui Johann Schneider Amman lancia la battaglia contro il turismo degli acquisti, la sua collega Doris Leuthard è al centro di un gossip lanciato dal Giornale del Ticino, che va esattamente nella direzione opposta rispetto a quella auspicata dal collega.

 

Se il Consigliere Federale PLR ha infatti annunciato che il Governo è pronto a presentare nuove misure per abbattere i prezzi con l’obbiettivo di scoraggiare la spesa oltre frontiera, la sua collega PPD sarebbe stata beccata oltre frontiera, a Maccagno, a fare acquisti.

 

Secondo quanto riferisce il sito, che allega come prova la fotografia che vedete in apertura, Leuthard  - che attualmente ricopre anche la carica di Presidente della Confederazione - si sarebbe recata alla Unes di Maccagno, a pochi chilometri dalla frontiera di Dirinella, che divide l’Italia dal Gambarogno, dove la Consigliera Federale ha una casa di vacanza. Il Giornale del Ticno non precisa quando sia stato effettuato lo scatto. 

Si attendono conferme, smentite, silenzi o precisazioni....



Pubblicato il 15.07.2017 12:44

Guarda anche
Cronaca
Ho fatto una cosa stupida, di cui sono profondamente pentita, ha confessato la ragazza, “ma non l’ho fatto per mettermi in mostra. Ora voglio solo che la smettano di dire che ho messo in vendita la mia verginità. L’ho ripetuto pure ai miei compagni di classe che mi hanno chiesto se era vero: no, non è vero, non ho mai pensato seriamente di farlo”
Cronaca
Grazie ad un sorvolo in elicottero è stato possibile individuare e successivamente recuperare il corpo senza vita dell'uomo. L'infortunio letale, le cui cause saranno appurate dall'inchiesta di polizia, si è verificato fuori dalle piste delimitate
Cronaca
Tassello dopo tassello si delinea il disegno del mosaico contenuto nel rapporto dell’avvocato Marco Bertoli sul caso Argo1. Il perito del Governo dovrebbe consegnare a settimane il documento definitivo, ma intanto alcune indiscrezioni sono emerse
Cronaca
Confronto sulla sicurezza ieri sera a Paradiso. Dounia Rezzonico: “Cinque anni di carcere per chi porta la mafia sul nostro territorio sono troppo pochi". Michele Bertini: “È importante investire nelle banche dati, come in quella del controllo abitanti". Stefano Piazza: "La Svizzera è un hub per terrorismo e mafie". Norman Gobbi: "In Ticino percepiamo in anticipo questi fenomeni perché abbiamo una metropoli alle porte. Ma i colleghi d’oltralpe non lo capiscono..."