Politica e Potere
Terremoto a Taverne: si dimette Amalia Mirante. E con lei se va anche il liberale Antonello Gatti: "Impossibile lavorare in un Municipio che non rispetta le regole democratiche"
I due municipali dimissionari: "Il disaccordo non tocca in primo luogo le scelte politiche, quanto l’ambito - per noi irrinunciabile - della correttezza formale e sostanziale nelle procedure adottate: un mancato rispetto delle regole democratiche che diventa per noi ostacolo etico ormai insormontabile"
TAVERNE – La socialista Amalia Mirante getta la spugna e lascia la carica di municipale di Torricella Taverne. Insieme a lei si dimette anche il liberale Antonello Gatti. I due lo hanno fatto sapere questa mattina in una nota stampa: “Con rammarico, ma con serenità, annunciamo le nostre dimissioni dal ruolo di municipali del Comune di Torricella-Taverne.

Dopo oltre diciotto mesi di tentativi di collaborazione, i sottoscritti ritengono di non potere più, anche solo con la loro tacita presenza, implicitamente assecondare le pratiche e le scelte dei Colleghi di Municipio, con le quali sono in profondo disaccordo. Tale disaccordo non tocca in primo luogo le scelte politiche, quanto l’ambito - per noi irrinunciabile - della correttezza formale e sostanziale nelle procedure adottate: un mancato rispetto delle regole democratiche che diventa per noi ostacolo etico ormai insormontabile.

Gli esempi sono molti: quelli legati alla costruzione della nuova Scuola dell’Infanzia, non sono che gli ultimi di una lunga serie.
Accomiatandosi dalla politica attiva in ambito comunale, ringraziamo i nostri rispettivi partiti per la fiducia e il sostegno, le signore e i signori Consiglieri comunali, le funzionarie e i funzionari dell’Amministrazione, ma soprattutto la popolazione di Torricella-Taverne per le molte manifestazioni di stima ed affetto che ci hanno accompagnato lungo il cammino sin dalla prima elezione avvenuta  più di 13 anni fa.
Auguriamo infine ai nostri successori di riuscire nell’intento di riportare la buona Politica, condotta nell’interesse generale del Comune e dei suoi Cittadini, al centro delle priorità e delle scelte future”. 




Pubblicato il 14.11.2017 08:31

Guarda anche
Politica e Potere
I Giovani liberali radicali svizzeri (GLRS) hanno preso posizione oggi, nel corso della loro assemblea dei delegati, in favore dell’iniziativa "No Billag"
Politica e Potere
“Questo sbaglio – spiega il Municipio - ha originato una lunga e intricata vertenza fra i due Comuni in quanto Lavertezzo, che inizialmente aveva scritto a Locarno che avrebbe restituito la somma percepita per errore, ora si rifiuta di farlo. Nell’ottica della collaborazione tra enti istituzionali e dell'etica che dovrebbe reggere l’agire degli organi pubblici, il Municipio di Locarno deplora il comportamento assunto dai colleghi di Lavertezzo”
Politica e Potere
SECONDO ME - Il deputato leghista si schiera a favore dell'iniziativa per l'abolizione del canone: " Il fatto di avere due canali di televisione e tre di radio e di ricevere una marea di soldi per gestirli non significa che questi soldi, pagati da ogni svizzero, possono essere dilapidati in progetti inutili e senza rendersi conto che fuori da Comano esiste un mondo con il quale anche la RSI deve confrontarsi"
Politica e Potere
Dopo la presidenza del fondatore Giuliano Bignasca, il coordinamento del fratello Attilio, ora si passa a una gestione collegiale del Movimento di via Monte Boglia. Tutti leader, nessun leader, si potrebbe riassumere. Una modalità sconosciuta alle nostre latitudini dove siamo abituati ad avere un presidente per ogni partito