Politica e Potere
San Gallo, Ignazio Cassis al Forum per l'italiano: "Sosterrò la nostra lingua e la nostra cultura"
Nel suo intervento Cassis ha riconosciuto l’importanza del Forum, del lavoro svolto dalle organizzazioni associate e ha riaffermato il suo impegno nel sostenere la lingua e la cultura italiana nella massima istituzione del Paese e a rappresentare le attese dei molti italofoni che risiedono in Svizzera
SAN GALLO - San Gallo ha ospitato ieri l’annuale assemblea del Forum per l’italiano in Svizzera che ha visto una folta partecipazione dei  rappresentanti delle  organizzazioni  associate  e di numerosi altri interessati. Alla presenza del consigliere federale Ignazio Cassis, i lavori sono stati diretti dal professor Renato Martinoni, ordinario di letteratura italiana all’UNI di San Gallo.

Nel suo intervento  Cassis ha riconosciuto l’importanza del Forum, del lavoro svolto dalle organizzazioni associate e ha riaffermato il suo impegno nel sostenere la lingua e la cultura italiana  nella massima istituzione del Paese e a rappresentare le attese dei molti italofoni che risiedono in Svizzera. L’Assemblea, che  ha  molto apprezzato l’intervento del Consigliere federale, si legge in una nota stampa, ha successivamente fatto il punto sullo stato della lingua italiana nei diversi settori d’attività: italiano lingua ufficiale svizzera; gli svizzeri conoscono la lingua italiana; cultura italiana e svizzeroitaliana in Svizzera; quadrilinguismo e sfide della globalizzazione.

Durante la seduta  si è proceduto alla premiazione  del concorso indetto dal Forum “Chi ci capisce è bravo!” indirizzato a giovani e adulti residenti in Svizzera con lo scopo di rendere visibile e valorizzare la presenza dell’italiano nel contesto del plurilinguismo elvetico. Nella categoria bambini il primo premio è stato attribuito alla Scuola della Pro Ticino di Basilea, per i giovani allo studente universitario  Rocco Cavalli, mentre per la categoria adulti il primo premio è stato assegnato  a  Giovanni Bruno, il secondo a Marica Iannuzzi ,mentre Elena Giacometti ha ottenuto  una menzione speciale.  

Pubblicato il 26.11.2017 10:43

Guarda anche
Politica e Potere
Il Segretario di Stato: "Le discussioni sui frontalieri, sulla LIA, sono sintomatiche. Si conta sull’erezione di barriere burocratiche per proteggersi dalla concorrenza, incuranti degli effetti limitati e alla lunga controproducenti"
Politica e Potere
Il direttore del foglio leghista Lorenzo Quadri, che dedica alla copertina alla vicenda, ne ha per tutti: "Vedere certi soggetti che si riempiono la bocca con la 'pluralità dell'informazione', è uno spettacolo semplicemente penoso"
Politica e Potere
Duro affondo di Opinione Liberale: "Le direttive RSI a tal proposito sono chiare: “nessun partito e candidato può ritrovarsi ingiustamente avvantaggiato per il tempo concessogli” e “un candidato può essere intervistato soltanto se non esiste una persona altrettanto qualificata per rispondere alle domande del giornalista”. Per la RSI dunque la deputazione è formata da... “somari”?"
Politica e Potere
Il riavvicinamento è avvenuto per gradi nel corso dell’ultimo anno. Prima si è trattato di riannodare un rapporto personale, basato sulla stima e sulla fiducia reciproca, epurandolo quindi dalle scorie del passato. In seconda battuta è cominciato un confronto regolare sui temi fondamentali della Città