Bar Sport
Carramba che sorpresa... la supercar del giovane cinese Zhang Steven, futuro presidente dell'Inter, è targata Ticino. Trattasi di una Pagani Huayra del valore di circa 2,3 milioni di euro, costruita a Modena e personalizzata con i colori nerazzurri Video
“Steven l’occidentale”, come lo chiamano a Milano, è appassionato di macchine di lusso, e già in passato si è proposto al volante di grandi marchi. Ma questa volta ha esagerato: la Pagani Huayra rivestita con i colori dell'Inter (squadra che di fatto Zhang Steven 'possiede' tramite il padre, Zhang Jindong, patron della Suning, che fattura 40 miliardi di dollari all’anno) è veramente oltre...
MILANO - Zhang Steven, l’uomo forte dell’Inter, destinato a prendere le redini della società nerazzurra, non ha ancora 26 anni ma già guida supercar da sogno. “Steven l’occidentale”, come lo chiamano a Milano, è appassionato di macchine di lusso, e già in passato si è proposto al volante di grandi marchi. Ma questa volta ha esagerato: la Pagani Huayra rivestita con i colori dell'Inter (squadra che di fatto Zhang Steven 'possiede' tramite il padre, Zhang Jindong, patron della Suning, che fattura 40 miliardi di dollari all’anno) è veramente oltre... Non solo: con grande sorpresa di tutti, curiosi, tifosi e fotografi, quell’auto da sballo è targata Ticino.

Gli esperti stimano il valore della macchina in 2,3 milioni di euro: ha gli interni personalizzati con i colori dell’Inter ed è stata costruita in un'officina in provincia di Modena. Nel mondo, pare, ce ne sono solo venti esemplari. Steven gira già da un mesetto al volante di questo bolide e l’ha esibito anche l’altra sera alla festa di Natale dell'Inter, accolto dal sindaco di Milano, Beppe Sala.

Steven, una laurea in economia alla Wharton School, in Pennsylvania, si è trasferito a Milano da circa un anno e da allora non perde neanche una partita della sua squadra.




Pubblicato il 20.12.2017 09:15

Guarda anche
Bar Sport
Dopo l’Islanda che ha imposto il pari all’Argentina, e il Messico che ha battuto i campioni uscenti della Germania, questa sera è toccato ai ragazzi di Vlado Petkovic tirare fuori il coniglio dal cilindro e pareggiare con i pentacampeon
Bar Sport
Nacaroglu, Schnellmann, Lucibello, Merlini, Fonio, Bertini, Morisoli, Regazzi, Chiesa, Bignasca, Dedini, Gehri... Ecco come vedono l'esordio di domani e come immaginano il percorso della Nazionale
Bar Sport
Il patron dei bianconeri, però, non esclude altri colpi di scena: "C'è una trattativa seria con un fondo inglese"
Bar Sport
Che invidia, che dirompente invidia, a guardare i campi d’allenamento in terra sovietica, mentre i nostri si grattano la pancia al mare, infierendo con le loro stramaledette story su Instagram