Cronaca
'Modì' falsi, Sgarbi a gamba tesa nel caso che coinvolge anche il ticinese Rudy Chiappini e demolisce la perita Quattrocchi: "Non si conoscono suoi studi, scritti, saggi, tanto meno su Modigliani. Io non so se quei dipinti siano falsi, so che non sono autentiche le esperte che lo dicono”
Con il suo stile pungente e dissacrante, Vittorio Sgarbi demolisce la perita che nei giorni scorsi ha dichiarato falsi I quadri di Amedeo Modigliani sequestrati in luglio dai Carabinieri alla mostra di Palazzo Reale a Genova
ROMA – Con il suo stile pungente e dissacrante, Vittorio Sgarbi demolisce la perita che nei giorni scorsi ha dichiarato falsi I quadri di Amedeo Modigliani sequestrati in luglio dai Carabinieri alla mostra di Palazzo Reale a Genova.

Isabella Quattrocchi ha scritto che le tele esaminate sono state “grossolanamente falsificate” sia “nel tratto che nel pigmento”. Le cornici sono “provenienti da paesi dell'est europeo e dagli Stati Uniti, per nulla ricollegabile né come contesto né come periodo storico a Modigliani”. Tre sono gli indagati dalla magistratura italiana in questa vicenda, tra i quali il curatore della mostra Rudy Chiappini, che dirige i Servizi culturali della Città di Locarno.

Ma veniamo a Sgarbi che, nella sua rubrica “Sgarbi Quotidiani” su Il Giornale scrive: “Di Isabella Quattrocchi, la perita nominata per valutare i Modigliani esposti al Palazzo Ducale di Genova a marzo e ritirati dopo una denuncia di falso, sappiamo che, non avendo nessuna competenza riconosciuta, sta a Roma e nel suo curriculum Linkedin si definisce “independent expert of fine arts for civil and penal court at free lance”.

Free lance, non storica dell'arte, critica, esperta, studiosa. È nata nel 1983 e ha quindi 35 anni. Tra le cause che le interessano, indica: “Benessere degli animali; arte e cultura; bambini; formazione; ambiente, diritti umani”. Non si conoscono suoi studi, scritti, saggi, tanto meno su Modigliani, ma ieri ha definito quei dipinti “grossolani falsi”. Onnisciente, dichiarò falsi anche alcuni quadri sequestrati a Carminati nell'inchiesta Mafia capitale: Guttuso, Warhol e Miró.

Prima di lei i carabinieri si erano avvalsi di un'altra consulente: Maria Stella Margozzi, nota per la sua modesta competenza su qualunque artista. La conosco bene perché ha lavorato con me su Sironi. Ha scritto poi genericamente sulla scultura italiana del '900 e su De Chirico. Nessuna specifica competenza su Modigliani. Difficile immaginare, nella nostra professione, un esperto che dichiara il suo interesse per il benessere degli animali. Io non so se quei dipinti di Modigliani siano falsi, so che non sono autentiche le esperte che lo dicono”.



Pubblicato il 11.01.2018 14:05

Guarda anche
Cronaca
Il nuovo svincolo di Mendrisio, quello che porta ai centri commerciali, costringendo gli automobilisti a una lunga ‘circonvallazione’ su via Penate, non ha portato solo benefici. Alcuni negozianti della zona sono esasperati e furibondi, denunciano forti perdite sulla cifra d’affari e hanno lanciato una petizione
Cronaca
L'uomo ha fatto riferimento al documentario realizzato dallo chef stellato nel 2017. Prima che rimuovesse il filmato, le immagini hanno fatto il giro del web
Cronaca
Il procuratore della contea di Carver ha chiuso le indagini sulla scomparsa del cantautore statunitense senza colpevoli. Non esistono, infatti, prove su chi procurò gli antidolorifici oppiacei. GUARDA IL VIDEO
Cronaca
Erano passate da poco le 15.15 di giovedì quando il ragazzo, per causa che l’inchiesta coordinata dalla procuratrice pubblica Marisa Alfier dovrà stabilire, è stato urtato da un treno in transito senza fermata