Post Nucleare
Consolidata la collaborazione fra la Posta e le AIL SA: dal 2018 si rafforza la sinergia fra le due aziende nella lettura dei contatori

La lettura dei contatori, pur rimanendo principalmente eseguita da personale delle AIL SA, in alcune zone verrà affidata ai postini, che la svolgeranno parallelamente alla distribuzione della corrispondenza
© Ti-Press / Pablo Gianinazzi
LUGANO - Allo scopo di svolgere in maniera più efficiente ed economica l'attività di lettura dei contatori, le AIL SA hanno sottoscritto un mandato di prestazioni con la Posta.

 


La lettura dei contatori, pur rimanendo principalmente eseguita da personale delle AIL SA, in alcune zone verrà affidata ai postini, che la svolgeranno parallelamente alla distribuzione della corrispondenza.

 


 Le AIL SA ricordano ai propri clienti che tutte le persone incaricate di effettuare la lettura dei contatori (siano essi dipendenti della Posta o della nostra azienda) sono identificabili tramite la tenuta ufficiale, il veicolo aziendale e, su richiesta, il tesserino di riconoscimento.



Pubblicato il 16.01.2018 17:40

Guarda anche
Post Nucleare
La tassa sul CO2, a partire dal 01.01.2018, passerà da 84 a 96 franchi per tonnellata emessa, ciò che corrisponderà ad un aumento di 0.24 cts/kWh
Post Nucleare
"A livello federale - scrive l'azienda in una nota - si deve prendere atto che la Strategia energetica 2050 non riserva alcuna misura a sostegno del gas metano. A livello locale, in assenza di autorizzazione alla distribuzione da parte di singoli comuni, manca la continuità territoriale indispensabile per uno sviluppo progressivo della rete"
Post Nucleare
Le AIL SA assicureranno in questo modo la distribuzione di circa 15'650'000 kWh totali agli alberghi, ai quali verrà garantito un plusvalore ecologico del 100% proveniente da impianti idroelettrici. Gli hotel associati a Hotelleriesuisse contribuiranno ad aumentare la produzione energetica da fonti rinnovabili.
Post Nucleare
L’opera è stata completata grazie alle sinergie attivate tra le due aziende e i comuni della valle, i quali vedranno risolversi definitivamente i problemi di continuità dell’approvvigionamento sul loro territorio