Bar Sport
Rien ne va plus... Il Football Club Locarno è definitivamente fallito. Lo ha deciso il Tribunale. Il presidente Michele Nicora: "Non posso più fare niente. È finita". Giorgio Ghiringhelli: "Sono triste e deluso. La colletta stava andando bene"
Le promesse di versamento per circa 85mila franchi raccolte da Giorgio Ghiringhelli non sono bastate a convincere i giudici a revocare il fallimento decretato dalla Pretura di Locarno e nemmeno o ottenere l'effetto sospensivo
foto: TiPress/Alessandro Crinari
LOCARNO – Questa volta è finite davvero. Senza più nemmeno le speranze di altri ricorsi o di una colletta che, comunque, non avrebbe colmato il buco finanziario in cui è sprofondata la società. Il Football Club Locarno non c'è più. La fine è stata decretata dalla Camera di esecuzione e fallimenti del Tribunale d’appello. È stato il presidente Michele Nicora a comunicare questa sera la notizia allo staff e ai pochi giocatori che si sono presentati per la ripresa degli allenamenti allo stadio del Lido.
Le promesse di versamento per circa 85mila franchi raccolte da  Giorgio Ghiringhelli non sono bastate a convincere i giudici a revocare il fallimento decretato dalla Pretura di Locarno e nemmeno o ottenere l'effetto sospensivo.

“Ho ricevuto oggi la comunicazione, non posso più fare niente. È finita – ha dichiarato Nicora alla Regione –. Per i giudici le garanzie e le prospettive non erano sufficienti per lasciarci andare avanti. Mi dispiace, ci ho provato".

Da parte sua, Ghiringhelli ha scritto a sostenitrici e sostenitori del FC Locarno: “Devo purtroppo darvi una bruttissima a tristissima notizia. Pochi minuti fa ho appreso che i giudici del Tribunale d’appello hanno respinto definitivamente il ricorso presentato dalla società contro il fallimento decretato un paio di settimane fa dal Pretore di Locarno. Sono molto deluso e triste per questa decisione perché grazie a voi la colletta che avevo lanciato per trovare i 150'000 franchi necessari per evitare il fallimento stava procedendo benissimo e nel giro di una decina di giorni avevo già raccolto quasi 90'000 franchi. Se i giudici avessero concesso l’effetto sospensivo e avessero concesso una proroga, sono sicuro che ce l’avrei fatta a trovare i soldi mancanti.  E mi spiace anche per tutti i tifosi perché questa colletta stava riaccendendo nuovi entusiasmi, e questa doccia gelata proprio non ci voleva. Ora non chiedetemi cosa succederà e come andrà a finire. Saranno i dirigenti della società ed eventualmente l’assemblea dei soci a dover rispondere a queste domande”.




Pubblicato il 19.01.2018 00:15

Guarda anche
Bar Sport
Federer è il giocatore che è stato più a lungo il numero 1 del mondo, sia come totale di settimane in vetta al ranking mondiale ATP (302), sia per il totale di settimane consecutive (237, dal 2 febbraio 2004 al 17 agosto 2008). E che ha vinto più titoli nei tornei del Grande Slam (20), che ha partecipato al maggior numero di finali (30) e che ha vinto il maggior numero di partite negli Slam (332). È stato l'unico tennista della storia capace di vincerne 3 su 4 in 3 anni diversi (2004, 2006, 2007)
Bar Sport
“Ho avuto momenti felici e altri meno – ha detto in occasione dei suoi 80 anni - ho ricoperto incarichi importanti, comunque sia mi sono proprio divertito”. Ma il suo grande rammarico fu quel mondiale perso in semifinale con l’Argentina ai rigori
Bar Sport
Federer ha bissato il successo dello scorso anno quando conquistò la manifestazione battendo Rafa Nadal
Bar Sport
Il Ministro torna sul caotico pomeriggio di domenica scorsa, quando gli ultrà del Losanna hanno portato sconquasso alla pista leventinese. "Nonostante il buon lavoro offerto dai miei serviti, bisogno rivedere l'approccio. Col mio Dipartimento mi impegnerò in quella direzione"