Bar Sport
Addio ad Azeglio Vicini, il C.T. delle "notti magiche": guidò la Nazionale azzurra a Italia 90. Aveva 84 anni
“Ho avuto momenti felici e altri meno – ha detto in occasione dei suoi 80 anni - ho ricoperto incarichi importanti, comunque sia mi sono proprio divertito”. Ma il suo grande rammarico fu quel mondiale perso in semifinale con l’Argentina ai rigori
BRESCIA - È morto a Brescia l’ex commissario tecnico della Nazionale italiana Azeglio Vicini. Avrebbe compiuto 85 anni a marzo. È stato il tecnico degli azzurri ai Mondiali di Italia 90 ed è rimasto alla guida della squadra fino al 1991 prima di lasciarla ad Arrigo Sacchi.

Vicini, il “ct” delle «notti magiche» e del terzo posto ai mondiali, era nato a San Vittore di Cesena il 20 marzo del 1933, ma da oltre 50 anni viveva a Brescia.

“Ho avuto momenti felici e altri meno – ha detto in occasione dei suoi 80 anni - ho ricoperto incarichi importanti, comunque sia mi sono proprio divertito”. Ma il suo grande rammarico fu quel mondiale perso in semifinale con l’Argentina ai rigori.


Pubblicato il 31.01.2018 09:25

Guarda anche
Bar Sport
Quando il presidente del Lugano – prosegue il comunicato – ha sottoscritto la convenzione nel maggio 2017 ha accettato di difendere i valori etici e morali che oggi viola clamorosamente e rinnega in nome del profitto e della realizzazione dei propri interessi
Bar Sport
Il messaggio al pubblico è dunque chiaro ed univoco: il piano e la ricerca del suo finanziamento proseguono con buoni riscontri intermedi, ma i risultati saranno comunicati solo quando definitivi
Bar Sport
Il direttore del SAM Paolo Barro, “il valore della manifestazione è riuscire una volta all’anno a convivere tutti insieme e con le proprie famiglie un momento senza la solita pressione emotiva e mentale che caratterizzano i nostri interventi"
Bar Sport
Lamberto Boranga: “Io non ho 75 anni, non me li sento proprio. Ne ho 50, al massimo 53, ma non di più. Certo che ero pronto a scendere in campo, del resto mi alleno tantissimo. Ho lasciato la porta per una lieve stiratura pochi minuti prima della fine e già sul 3-1. Anche per far giocare l'altro portiere, lei capisce”