CS News
Marzio Grassi inizia la sua attività in Credit Suisse. Il nuovo direttore della regione Ticino: "Sono felice di rientrare in questa banca"
Il 51enne vanta un'ampia rete di relazioni nel mondo economico e politico, senza trascurare i suoi svariati impegni nella regione, tra l'altro nella Società Commercianti del Mendrisiotto e nell'Associazione Bancaria Ticinese
LUGANO – Il 1. febbraio 2018 Marzio Grassi ha iniziato la sua attività come nuovo responsabile della regione Ticino e responsabile clientela commerciale Ticino di Credit Suisse.

 

In precedenza Marzio Grassi ha rivestito diverse funzioni in Credit Suisse dal 1984 sino a fine luglio 2016, da ultimo come responsabile clientela commerciale per l'area di mercato Lugano. Il 51enne vanta un'ampia rete di relazioni nel mondo economico e politico, senza trascurare i suoi svariati impegni nella regione, tra l'altro nella Società Commercianti del Mendrisiotto e nell'Associazione Bancaria Ticinese.

 

Egli assumerà inoltre la direzione della sezione regionale dello Swiss Venture Club, sostenuto in sostanziale misura da Credit Suisse. Avrà anche la funzione di presidente della giuria del Prix Swiss Venture Club, la cui prossima edizione si terrà nel 2019.

 

Marzio Grassi commenta: “Sono felice di rientrare in Credit Suisse e con entusiasmo riprendo queste nuove funzioni. Credit Suisse è molto radicato sul territorio ticinese, in cui è presente da più di 100 anni. Sono certo che in stretta collaborazione con i colleghi degli altri settori potremo consolidare la nostra forte posizione di mercato come banca per imprenditori e promuovere la nostra ulteriore crescita”.



Pubblicato il 05.02.2018 11:55

Guarda anche
CS News
Pubblicato oggi uno studio del Credit Suisse che prende in esame il comportamento di risparmio della popolazione svizzera nel terzo pilastro. Oltre un terzo della popolazione attiva non lo sfrutta; donne, giovani e stranieri lo utilizzano in misura inferiore alla media. Nonostante il vantaggio fiscale sia particolarmente elevato in Svizzera romanda e Ticino, proprio in queste regioni i versamenti sono più bassi rispetto alla Svizzera tedesca
CS News
Credit Suisse offre ai propri clienti l’opportunità di sostenere regolarmente con piccoli importi un’organizzazione di pubblica utilità grazie al progetto Micro-Donations che è stato attività nel corso dell’estate 2016 e viene utilizzato da molti clienti. Al fine di allargare il numero di donatori e donatrici regolari, il numero di organizzazioni beneficiare è stato aumentato da 10 a 20
CS News
Credit Suisse formula a tutti i neonominati i complimenti e i migliori auguri per il futuro. Le nomine scatteranno con lo scoccare del nuovo anno
CS News
Sébastien Pesenti, responsabile Private Banking Regione Ticino: “L’idea delle micro-donazioni è stata lanciata da collaboratori della banca nell’ambito di un concorso interno"