Cronaca
"Qui vige l’eguaglianza non: conta un ca... nessuno!". È morto il sergente Hartman. L'attore Ronald Lee Ermey, che interpretava il mitico istruttore militare di Full Metal Jacket, si è spento all'età di 74 anni. I video con le scene che hanno segnato la storia del cinema
Indimenticabili i monologhi con cui Ermey ha dato vita al personaggio, rendendolo immortale. Ma nella sua carriera cinematografica, quello del sergente Hartman, non è stato l’unico personaggio autoritario interpretato dall’attore. Come infatti dimenticare il sindaco Tilman nel film Mississippi Burning - Le Radici dell'Odio del 1988 oppure il capitano di polizia in Seven
LOS ANGELES - È stato uno dei personaggi che più ha segnato la storia del cinema. Parliamo del sergente Hartman, il militare che domina la prima parte del capolavoro di Stanley Kubrick Full Metal Jacket.

 

 

Ronald Lee Ermey, l’attore che ha impersonificato il brutale istruttore, è morto all'età di 74 anni. A dare l’annuncio è stato via Twitter il suo manager Bill Rogin: "È con enorme dispiacere che mi duole informarvi che R. Lee Ermey ('The Gunny') è morto questa mattina a causa di alcune complicazioni dovute a una polmonite. Mancherà moltissimo a tutti noi".

 

 

Indimenticabili i monologhi con cui Ermey ha dato vita al personaggio, rendendolo immortale. Ma nella sua carriera cinematografica, quello del sergente Hartman, non è stato l’unico personaggio autoritario interpretato dall’attore. Come infatti dimenticare il sindaco Tilman nel film Mississippi Burning - Le Radici dell'Odio del 1988 oppure il capitano di polizia in Seven.

 

Ronald Lee Ermey lascia la moglie e quattro figli.

 



Pubblicato il 16.04.2018 08:35

Guarda anche
Cronaca
Il nuovo svincolo di Mendrisio, quello che porta ai centri commerciali, costringendo gli automobilisti a una lunga ‘circonvallazione’ su via Penate, non ha portato solo benefici. Alcuni negozianti della zona sono esasperati e furibondi, denunciano forti perdite sulla cifra d’affari e hanno lanciato una petizione
Cronaca
L'uomo ha fatto riferimento al documentario realizzato dallo chef stellato nel 2017. Prima che rimuovesse il filmato, le immagini hanno fatto il giro del web
Cronaca
Il procuratore della contea di Carver ha chiuso le indagini sulla scomparsa del cantautore statunitense senza colpevoli. Non esistono, infatti, prove su chi procurò gli antidolorifici oppiacei. GUARDA IL VIDEO
Cronaca
Erano passate da poco le 15.15 di giovedì quando il ragazzo, per causa che l’inchiesta coordinata dalla procuratrice pubblica Marisa Alfier dovrà stabilire, è stato urtato da un treno in transito senza fermata