Cronaca
Finalmente è arrivata la primavera! E con lei tonnellate di granelli di sabbia provenienti dal deserto del Sahara. Dimenticate sciarpe, guanti e ombrelli: temperature fino a 25 gradi per tutta la settimana
Il clima mite dovrebbe persistere pure nel weekend e la settimana prossima. Per i prossimi 15 giorni sono escluse precipitazioni di rilievo
© Ti-Press / Pablo Gianinazzi
LOCARNO – Colpo di... sole nelle previsioni meteorologiche. Contrariamente a quanto previsto dai bollettini meteo degli scorsi giorni, in Ticino è il bel tempo a farla da padrone.

La sorpresa d’inizio settimana spalanca definitivamente le porte alla stagione primaverile. Gli esperti di MeteoSvizzera prevedono, infatti, giorni prevalentemente soleggiati almeno fino a sabato con le colonnine dei termometri che dovrebbero raggiungere agevolmente una quota massima di 25°.

Il clima mite dovrebbe persistere pure nella settimana ventura. Nei prossimi 15 giorni sono escluse precipitazioni di rilievo.

Impossibile non notare, in quasi tutto il Ticino, uno strato di polvere sabbiosa sui parabrezza delle auto, mobili da giardino e in terra.

Si stratta – specificano da Locarno-Monti – di tonnellate di granelli di sabbia provenienti dal deserto del Sahara di colorazione rossastra o marrone.

Pubblicato il 16.04.2018 14:34

Guarda anche
Cronaca
Il nuovo svincolo di Mendrisio, quello che porta ai centri commerciali, costringendo gli automobilisti a una lunga ‘circonvallazione’ su via Penate, non ha portato solo benefici. Alcuni negozianti della zona sono esasperati e furibondi, denunciano forti perdite sulla cifra d’affari e hanno lanciato una petizione
Cronaca
L'uomo ha fatto riferimento al documentario realizzato dallo chef stellato nel 2017. Prima che rimuovesse il filmato, le immagini hanno fatto il giro del web
Cronaca
Il procuratore della contea di Carver ha chiuso le indagini sulla scomparsa del cantautore statunitense senza colpevoli. Non esistono, infatti, prove su chi procurò gli antidolorifici oppiacei. GUARDA IL VIDEO
Cronaca
Erano passate da poco le 15.15 di giovedì quando il ragazzo, per causa che l’inchiesta coordinata dalla procuratrice pubblica Marisa Alfier dovrà stabilire, è stato urtato da un treno in transito senza fermata