Bar Sport
Il Team Ticino tuona contro Angelo Renzetti: "Mostra un inaccettabile disprezzo per le persone che giornalmente lavorano con le giovani leve del calcio ticinese!"
Quando il presidente del Lugano – prosegue il comunicato – ha sottoscritto la convenzione nel maggio 2017 ha accettato di difendere i valori etici e morali che oggi viola clamorosamente e rinnega in nome del profitto e della realizzazione dei propri interessi
© Ti-Press / Benedetto Galli
TENERO – Il Comitato direttivo dell'Associazione Team Ticino ha preso atto con indignazione, stupore e rammarico delle affermazioni di Angelo Renzetti, Presidente del FC Lugano, nell'articolo apparso sul Corriere del Ticino mercoledì 16 maggio.

Le affermazioni di Renzetti, non nuovo del resto a simili sbroccate da "padrone del vapore", sono palesemente ed intenzionalmente false. Il Presidente del FC Lugano accusa ingiustamente e senza motivo Augusto Chicherio e Vincent Cavin, e mostra un inaccettabile disprezzo per le persone che giornalmente lavorano in modo professionale e serio con i ragazzi del Team Ticino.

Anteporre con spirito mercantilista gli interessi personali al futuro delle giovani leve del calcio ticinese è lesivo nei confronti della comunità tutta e delle istituzioni che contribuiscono alla formazione dei talenti mettendo a disposizione campi, risorse, infrastrutture e cospicui contributi finanziari.

Al presidente Renzetti vogliamo dire che l'etica nel calcio, almeno a livello giovanile, esiste ancora, il Comitato direttivo del Team Ticino si adopererà sino in fondo per evitare sfruttamenti commerciali del vivaio giovanile ticinese, compreso quello del Lugano, un vivaio che "appartiene" al territorio e non a lui o a chi altri intende speculare per propri fini personali.

Quando Renzetti ha sottoscritto la convenzione con il Team Ticino nel maggio 2017 ha accettato di difendere i valori etici e morali che oggi viola clamorosamente e rinnega in nome del profitto e della realizzazione dei propri interessi.

Sia chiaro che i giovani calciatori ticinesi non sono una merce di scambio! Il progetto del Team Ticino, che il Comitato ha sviluppato e difeso negli anni, e che continuerà a difendere in futuro, mette al centro i giovani calciatori della regione, prevedendo una formazione calcistica e scolastica di livello.

Tale progetto, sviluppato con i club e sostenuto da rappresentanti del mondo sportivo, imprenditoriale e politico ticinese, ha coinvolto centinaia di ragazzi del territorio e ha permesso ad alcuni di loro di realizzare il proprio sogno di diventare calciatori professionisti.

red.

Pubblicato il 18.05.2018 17:03

Guarda anche
Bar Sport
Dopo l’Islanda che ha imposto il pari all’Argentina, e il Messico che ha battuto i campioni uscenti della Germania, questa sera è toccato ai ragazzi di Vlado Petkovic tirare fuori il coniglio dal cilindro e pareggiare con i pentacampeon
Bar Sport
Nacaroglu, Schnellmann, Lucibello, Merlini, Fonio, Bertini, Morisoli, Regazzi, Chiesa, Bignasca, Dedini, Gehri... Ecco come vedono l'esordio di domani e come immaginano il percorso della Nazionale
Bar Sport
Il patron dei bianconeri, però, non esclude altri colpi di scena: "C'è una trattativa seria con un fondo inglese"
Bar Sport
Che invidia, che dirompente invidia, a guardare i campi d’allenamento in terra sovietica, mentre i nostri si grattano la pancia al mare, infierendo con le loro stramaledette story su Instagram