TOR Leafs
0
MIN Wild
1
pausa
(0-1)
MON Canadiens
1
TB Lightning
1
pausa
(1-1)
WIN Jets
ARI Coyotes
02:00
 
TOR Leafs
NHL
0 - 1
pausa
0-1
MIN Wild
0-1
 
 
6'
0-1 KUNIN
KUNIN 0-1 6'
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 16.10.2019 01:45
MON Canadiens
NHL
1 - 1
pausa
1-1
TB Lightning
1-1
1-0 PETRY
16'
 
 
 
 
20'
1-1 COBURN
16' 1-0 PETRY
COBURN 1-1 20'
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 16.10.2019 01:45
WIN Jets
NHL
0 - 0
02:00
ARI Coyotes
Ultimo aggiornamento: 16.10.2019 01:45
Risultati
02.10.2019
Champions UEFA
Genk
 0 - 0 
fine
0-0
Napoli
Slavia Praha
 0 - 2 
fine
0-1
Borussia Dortmund
Liverpool
 4 - 3 
fine
3-1
Red Bull Salzburg
Barcelona
 2 - 1 
fine
0-1
Inter
Zenit Saint Petersburg
 3 - 1 
fine
1-0
Benfica
Rb Leipzig
 0 - 2 
fine
0-1
Lyon
Valencia
 0 - 3 
fine
0-2
Ajax
Lille
 1 - 2 
fine
1-1
Chelsea
 
06.10.2019
Super League
Sion
 1 - 2 
fine
0-0
Lugano
S.Gallo
 0 - 0 
fine
0-0
Basilea
Zurigo
 0 - 4 
fine
0-1
Young Boys
Challenge League
Vaduz
 3 - 2 
fine
1-0
FC Stade Ls Ouchy
Serie A
Fiorentina
 1 - 0 
fine
0-0
Udinese
Atalanta
 3 - 1 
fine
2-0
Lecce
Bologna
 2 - 2 
fine
2-2
Lazio
Roma
 1 - 1 
fine
1-1
Cagliari
Torino
 0 - 0 
fine
0-0
Napoli
Inter
 1 - 2 
fine
1-1
Juventus
 
18.10.2019
Challenge League
Aarau
  
20:00
Losanna
 
19.10.2019
Super League
Basilea
  
19:00
Thun
Young Boys
  
19:00
Xamax
Serie A
Lazio
  
15:00
Atalanta
Napoli
  
18:00
Verona
Juventus
  
20:45
Bologna
 
22.10.2019
Champions UEFA
Shakhtar Donetsk
  
18:55
Dinamo Zagreb
Atletico Madrid
  
18:55
Bayer Leverkusen
Club Brugge
  
21:00
Paris Saint Germain
Galatasaray
  
21:00
Real Madrid
Olympiakos Piraeus
  
21:00
Bayern Monaco
Manchester City
  
21:00
Atalanta
Juventus
  
21:00
Lokomotiv Moscow
Tottenham
  
21:00
Crvena Zvezda
 
ULTIME NOTIZIE News
Bar Sport
11.10.2019 - 16:170

Milan, così sei irriconoscibile. Il duro sfogo di un lettore: "Noi tifosi non meritiamo questo. E il pesce puzza dalla testa"

Tutta la rabbia di un tifoso milanista: "Ho provato a farmi rimborsare l'abbonamento: ecco cosa mi hanno risposto. Ma non sono più disposto a pagare per..."

TICINO – Dopo aver nominato Stefano Pioli come allenatore, l'AC Milan deve ora fare i conti con la rabbia e il malumore dei suoi tifosi. Uno dei momenti più bui della gloriosa società rossonera non ha mancato di sollevare critiche e polemiche anche in Ticino. È notizia di ieri, infatti, che il Milan Club Lugano ha invitato "soci e simpatizzanti a disertare lo stadio e riconsegnare l'abbonamento" (vedi articoli suggeriti).

Ma provare a restituire l'abbonamento serve a poco, anche perché lo stesso Milan fa muro provando a giustificarsi con scuse che non fanno altro che alimentare la rabbia dei tifosi. È il caso di Matteo di Lugano, abbonato dal 1998 a San Siro per seguire il Milan. "Ho – ci racconta – scritto alla società chiedendo di indicarmi la prassi per il rimborso dell'abbonamento. Mi hanno risposto che comprendono le difficoltà dei tifosi in questo particolare momento sportivo, ma sono certi che la fiducia riposta in loro a inizio stagione non verrà meno ora, nel momento in cui la squadra ne ha più bisogno".

"Seguo – continua Matteo – il Milan fin da piccolo. Sono cresciuto con i suoi successi indimenticabili, ma  adesso la pazienza è finita. Sono anni che la tifoseria si sente presa in giro. Quest'anno hanno avuto anche il coraggio di aumentare il prezzo dell'abbonamento del 30% e i prezzi dei biglietti per le singole partite sono esplosi. Ma la gente deve davvero pagare 150 euro un biglietto per vedere giocare Rodriguez che non sa fare altro che retropassaggi al portiere?". 

Su Pioli, Matteo racconta quello che sembra essere il sentimento predominante dei tifosi rossoneri: "Pioli è sicuramente una brava persona. A Firenze umanamente è stato esemplare dopo la tragica morte di Astori e ha compattato il gruppo in un momento difficile. Semplicemente non lo reputo da Milan. Non è lui l'uomo che può riportare il Milan al suo livello, anche se considero giusto mandare via Giampaolo che viveva in una sorta di confusione totale".

E ancora: "Pioli è solo l'ultimo della lista di allenatori mediocri, inadatti e senza mai aver vinto nulla ad allenare il 'Diavolo' negli ultimi anni". Quale, allora, il nome giusto per questo Milan? "Nessuno. Il pesce puzza dalla testa e al Milan regna la confusione. Fino a quando non si sistemano i guai societari sarà davvero dura...". La società non è quindi esente da colpe? "Perché esiste una società? (ride ndr). Sono dieci anni che non abbiamo niente. Berlusconi ha avuto la brillante idea di vendere a un fondo speculativo, il quale ha dato la società a dei fantomatici cinesi che hanno sperperato 250 milioni acquistando 'comodini' con il duo fiabesco Fassone e Mirabelli. Dico solo che sono riusciti a dare la fascia da capitano, che era di Rivera Baresi e Maldini,  a Bonucci appena arrivato dalla Juventus".

"Il Liverpool – solo per fare un esempio – con 220 milioni ha vinto una Champions League. Ora, grazie a questi due 'geni' il fairplay finanziario ci sta addosso". Il tifosissimo milanista nel suo sfogo parla poi della questione stadio. "Tutto il mondo ci invidia San Siro. È vero, magari ha bisogno una ristrutturata ma poco importa se non ha al suo interno un supermercato o la suite dove puoi guardare la partita dal letto. Lo stadio è dei tifosi che lo vivono. Ma questi personaggi sono già stati all'Old Trafford o al Camp Nou? Hanno per caso visto un supermarket?".

"La prima volta che andai allo stadio era il 1988: il Milan vinse 2-0 contro il Torino (doppietta di Van Basten, ora gioca Suso...) e pagai il biglietto al terzo anello verde 10.000 lire. Poi i primi abbonamenti erano al terzo anello, perché da studente non potevo andare al secondo o al primo. Un terzo anello che rappresentava il Milanismo allo stato puro, tanti padri con i figli, studenti, gente della working class, i Casciavit. Quelli che non potevano spendere cifre maggiori per il Milan ma innamorati della prima squadra di Milano. Poi iniziando a lavorare sono andato al secondo pagando una cifra onesta ma comunque il doppio del terzo anello. Ma il sottoscritto si è innamorato del Milan al terzo anello e soprattutto andando allo stadio".

"Finisco qui – conclude – perché mi fa male ricordare un Milan e una società di cui sembra essere sparito tutto. Concludo dicendo che il calcio è della gente e ci vuole più rispetto per i tifosi. Scaroni e Gazidis a casa, per non essere volgare...".

6 gior fa #Pioliout... La rivolta rossonera passa anche dal Ticino. Il Milan Club Lugano: "Stop all'organizzazione di trasferte. Restituiamo l'abbonamento!"
6 gior fa Non Spalletti, ma Pioli. Ufficiale il cambio allenatore in casa Milan. E sui social è già #Pioliout
1 sett fa Milan verso lo scossone. Ore contate per Giampaolo: al suo posto pronto Spalletti
2 sett fa Povero Diavolo! L'inizio da incubo del Milan: mai così male da 81 anni. Sciarini: "A Giampaolo va data ancora qualche partita di fiducia"
Potrebbe interessarti anche
Tags
pesce
tifosi
sfogo
pesce puzza
testa
società
milan
abbonamento
rabbia
terzo anello
News e approfondimenti Ticino
© 2019 , All rights reserved