foto: TiPress e Liberatv
Cronaca
31.03.2018 - 14:190
Aggiornamento 19.06.2018 - 15:41

Piazza bella piazza... I salvagente di Oppy De Bernardo incantano Locarno. Fenicotteri, cavalli, tartarughe, conigli… a rappresentare la diversità che diventa unità

Il titolo doveva essere “Help!”, “Aiuto!”. Ma alla fine Oppy De Bernardo ha chiamato la sua installazione “Apolide”, che significa senza città, senza patria…

4 mesi fa Locarno invasa dai salvagente... I leghisti D'Errico e Caldara attaccano il Municipio e rovinano la sorpresa: "Una patetica operazione pseudo culturale a sostegno della propaganda a favore dell’immigrazione clandestina". Il sindaco Scherrer: "Ma per favor
LOCARNO – Il titolo doveva essere “Help!”, “Aiuto!”. Ma alla fine Oppy De Bernardo ha chiamato la sua installazione “Apolide”, che significa senza città, senza patria…

Che all’origine della sua opera ci sia una riflessione sul dramma dei migranti è chiaro, ma il tema si sfuma in un caleidoscopio cromatico che emana fascino e bellezza. Ognuno poi può dare a questo effimero quadro, dipinto senza pennello e senza colori, il significato o i significati che gli occhi e l’anima gli ispirano.

Ieri sera l’artista locarnese, aiutato da molti volontari, ha installato in piazza Grande oltre 6'000 salvagente, legati l’uno all’altro in una grande catena di forme e di colori. Fenicotteri, cavalli, tartarughe, conigli… a rappresentare la diversità che diventa unità. E la piazza di Locarno ha assunto, sotto la pioggia ora lieve ora battente, un fascino inedito, per gli sguardi incantati di adulti e bambini.

Così, questa immagine ha spazzato via in un sol colpo le sterili polemiche che hanno preceduto l’installazione. E ancora una volta Locarno ha dimostrato di essere un passo avanti e di saper cogliere e accogliere proposte originali.

emmebi
Potrebbe interessarti anche
Tags
locarno
bernardo
de bernardo
oppy de bernardo
oppy de
oppy
fenicotteri
salvagente
unità
conigli
© 2018 , All rights reserved