CHAN H-C./CHAN L.
BENCIC B./KASATKINA D.
17:10
 
CHAN H-C./CHAN L.
0 - 0
17:10
BENCIC B./KASATKINA D.
WTA-D
MIAMI USA
Ultimo aggiornamento: 26.03.2019 17:01
foto: Tipress/Pablo Gianinazzi
Secondo Me
19.04.2018 - 15:450
Aggiornamento 19.06.2018 - 15:41

Riforma fisco-sociale, l'appellone di Christian Vitta prima del voto: "Una proposta equilibrata in risposta a necessità diverse e trasversali alle varie fasce della società"

Il ministro: "Votando “SÌ” il prossimo 29 aprile si permetterà dunque al Ticino di compiere un importante passo verso il rafforzamento di alcuni aspetti essenziali della propria fiscalità e della propria socialità"

di Christian Vitta (da Opinione Liberale) *

La riforma fiscale e sociale è il frutto di un importante esercizio di convergenza politica che ha permesso di raccogliere il consenso unanime del Governo e di oltre il 70% dei membri del Gran Consiglio. L’impostazione scelta s’inserisce nella tendenza in atto a livello federale di coniugare le esigenze di rinnovamento in ambito fiscale, per rapporto alle evoluzioni in atto a livello internazionale e nazionale, con le necessità di rafforzamento in ambito sociale. L’unione tra misure fiscali e sociali ha permesso un intervento equilibrato in risposta a necessità diverse e trasversali alle varie fasce della società.

La riforma porta con sé elementi che interessano da vicino il nostro modello di sviluppo economico, oltre che la capacità dello Stato di assicurarsi le risorse finanziarie necessarie per agire. Le modifiche in ambito fiscale favoriscono l’innovazione (start-up), promuovono la diversificazione dell’economia e la creazione di nuove opportunità lavorative di qualità. Sarà inoltre possibile migliorare la concorrenzialità fiscale in alcuni ambiti in cui oggi il Ticino è particolarmente sfavorevole e, di riflesso, garantire a Cantone e Comuni il substrato fiscale per rispondere ai bisogni della popolazione. Gli interventi in ambito sociale, interamente finanziati dalle aziende, consentono invece di aumentare il sostegno alle famiglie e di migliorare la conciliabilità tra impegni lavorativi e vita familiare.
Votando “SÌ” il prossimo 29 aprile si permetterà dunque al Ticino di compiere un importante passo verso il rafforzamento di alcuni aspetti essenziali della propria fiscalità e della propria socialità.

* direttore Dipartimento finanze ed economia
Potrebbe interessarti anche
Tags
necessità
ambito
vitta
christian vitta
fasce
rafforzamento
necessità diverse
christian
risposta
società
News e approfondimenti Ticino
© 2019 , All rights reserved