Quarto Potere
19.01.2018 - 09:160
Aggiornamento 19.06.2018 - 15:41

No Billag, un nuovo sondaggio ribalta le previsioni: l'iniziativa che vuole abolire il canone radiotelevisivo verrebbe respinta dal 59% degli elettori. In Ticino i contrari sarebbero il 58%

"No Billag" conta i maggiori sostenitori tra i simpatizzanti dell'UDC (73%), ma non fa breccia è nella maggioranza di chi si dichiara vicino ad altri partiti. Il "no" alla modifica costituzionale raggiunge il 63% nella Svizzera romanda, il 57% nella Svizzera tedesca e il 58% nella Svizzera italiana

BERNA - Il primo sondaggio commissionato dal gruppo Tamedia sull'iniziativa "No Billag" in votazione il 4 marzo va in controtendenza rispetto ai precedenti e indica che la proposta di abolire il canone radiotelevisivo verrà respinta.

Se si fosse votato il 15 gennaio scorso, quasi tre persone su cinque (59%) avrebbero detto di "No" all'iniziativa. I favorevoli sarebbero stati il 40%.

"No Billag" conta i maggiori sostenitori tra i simpatizzanti dell'UDC (73%), ma non fa breccia è nella maggioranza di chi si dichiara vicino ad altri partiti. Il "no" alla modifica costituzionale raggiunge il 63% nella Svizzera romanda, il 57% nella Svizzera tedesca e il 58% nella Svizzera italiana.

In sondaggio è stato realizzato via internet il 15 di gennaio e vi hanno partecipato 15'197 persone.
Potrebbe interessarti anche
Tags
svizzera
billag
no billag
sondaggio
iniziativa
canone
canone radiotelevisivo
© 2018 , All rights reserved